Mare profumo di mare 

Chiazze eritematose derivate da Pitiriasi verisicolor
Chiazze eritematose derivate da Pitiriasi verisicolor
Chiazze eritematose derivate da Pitiriasi verisicolor

Con l’avvento dell’estate, si sa, quella balneare è una tappa obbligatoria e, per molti, lo è anche quella che conduce dal medico. Ogni anno, infatti, molti si ritrovano a dover fare i conti, non solo col blu dipinto di blu ma anche con la Pitiriasi versicolor che di blu non ha proprio nulla! Si tratta infatti di un fungo che si manifesta con chiazze tondeggianti e lattiginose derivate da una alterazione della melanina per la produzione di acido azelaico da parte del fungo. Le zone più colpite sono il torace, le braccia, il viso, il collo e le spalle ma le macchie si possono riscontrare in qualsiasi parte del corpo. Normalmente si tratta di una micosi asintomatica anche se in certi casi è riscontrabile prurito.

La pitiriasi versicolor, volgarmente conosciuta anche come fungo di mare, fa parte del genere Malassenzia e colpisce persone (uomini e donne) in buona salute, in particolare le popolazioni che vivono in regioni tropicali o subtropicali. Il fungo si sviluppa in luoghi in cui vi è scarsa igiene (mare), mediante il sudore.

La terapia di elezione si basa sull’uso di antimicotici topici da applicare sulla pelle.

Dunque gente, sappiate che la dorata abbronzatura estiva, non potrebbe essere per alcuni così scontata!

Commenta per primo

Rispondi