Prevenire l’HPV? Semplice come masticare una chewingum!

L’estate trasgressiva può portare cattive sorprese: una o più infezioni sessualmente trasmesse. La più frequente è quella causata dal Papillomavirus umano (HPV), una grande famiglia di virus di cui esistono oltre cento ceppi. L’HPV 6 e 11 (i cosiddetti genotipi a basso rischio) sono responsabili dei condilomi, chiamati anche verruche veneree e, nel linguaggio comune, “creste di gallo” mentre l’HPV 16 e l’HPV 18 (e altri genotipi ad alto rischio come 31 e 45) sono responsabili dell’85% dei tumori maligni del collo dell’utero nella donna, oltre che di tumori alla vagina, alla vulva, all’ano, alla vescica, alla bocca e dintorni. Nell’uomo, i ceppi di HPV oncogeni possono causare tumori alla mucosa anorettale, al glande, all’orofaringe e una minore motilità degli spermatozoi (come dimostrato recentemente dal Professor Foresta dall’Università di Padova).

Papilloma-virus

In Italia, da quasi dieci anni, è disponibile un vaccino ricombinante tetravalente somministrato alle donne in fascia di età da 9 ai 26 anni ma a breve sembra che sarà sufficiente masticare una chewingum per prevenire l’infezione da HPV. Questa è la nuova possibilità che arriva da una ricerca condotta da Gabriele Antonini, urologo e andrologo di Roma, e dalla società di ricerca italo-svizzera Safi Medical Care, che sono riusciti ad individuare una formula brevettata contenente specifici principi attivi che derivano da sostanze vegetali. La gomma da masticare conterrà molecole in grado di esplicare un’azione diretta contro il virus nei vari stadi d’infezione analogamente a prodotti già commercializzati in America da qualche anno. Nello specifico, la chewingum consentirà di bloccare la replicazione del virus, che si mantiene in forma episomale nelle cellule del comparto basale dell’epitelio squamoso stratificato e si diffonde fino allo strato corneo. Nel caso di infezione persistente, le sostanze impiegate agiranno con proprietà anticancerose nei confronti delle lesioni causate dal virus, facilitando, così, una loro regressione.

Fabrizio Visino

FONTE: PANORAMA

Commenta per primo

Rispondi