Che batteri ci becchiamo quando facciamo Bancomat?

SPORTELLO BANCOMAT RAGAZZA PRELEVA DEI SOLDI BANCA (Alessandro Grassani, MILANO - 2007-08-29) p.s. la foto e' utilizzabile nel rispetto del contesto in cui e' stata scattata, e senza intento diffamatorio del decoro delle persone rappresentate

 

Mappati ed identificati tutti i microbi degli sportelli Bancomat in tutta New York City.

Nel loro ultimo lavoro, un team di scienziati hanno studiato le tastiere dei bancomat automatici in tutta la città. I ricercatori hanno trovato un sacco di microbi – per lo più dalla cute umana, superfici domestiche o tracce di cibo. Lo scopo era quello di identificare quali sono le fonti più diffuse di batteri.

I nostri risultati suggeriscono che le tastiere ATM integrano microbi da diverse fonti, tra cui il microbioma umano, alimenti, e gli organismi ambientali potenzialmente innovativi adattati all’aria o superfici“, ha detto Jane Carlton, direttrice del Centro di Genomica e biologia dei sistemi, e professoressa di biologia, alla New York University.

I ricercatori nel mese di giugno e luglio 2014 hanno prelevato tamponi di tastiere da 66 sportelli bancomat. Quattro delle macchine si trovavano all’aperto. Poi, in laboratorio, hanno studiato i campioni con il sequenziamento dell’Rrna16S per identificare e confrontare i batteri e il seuquenziamento dell’Rrna 18S per identificare parassiti, funghi e protisti.

Bacteroides

I batteri più abbondanti nella maggior parte dei campioni sono risultati normali microbi della pelle umana dalle famiglie Actinobacteria, Bacteroides, Firmicutes, e proteobatteri. Nel complesso, i campioni di batteri avevano bassa diversità. Nella sequenza 18S, gli investigatori hanno trovato alcuni funghi e bassi livelli di protisti.

Actinobacteria

Le fonti di batteri più comuni identificati sulle tastiere erano le superfici domestiche, quali televisori, servizi igienici, cucine e cuscini. I ricercatori hanno trovato microbi da pesci e molluschi, e dal pollo su alcuni sportelli bancomat, il che suggerisce che il DNA residuo da un pasto può rimanere sulle mani di una persona ed essere trasferito alla tastiera bancomat dopo l’uso.

I ricercatori non hanno trovato alcuna differenza significativa nelle tastiere di bancomat situati all’esterno rispetto al chiuso.

Dal momento che ogni tastiera ATM a New York City è molto probabilmente utilizzata da centinaia di persone ogni giorno (e può venire a contatto con l’aria, l’acqua e microbi da superfici urbane differenti), le comunità microbiche ottenute in questo studio possono rappresentare una comunità che è effettivamente racchiude batteri da fonti molto diverse, ha detto Maria Gloria Dominguez-Bello, PhD, professoressa associata presso la New York University School of Medicine’s Microbiome Program.

La relativa mancanza di diversità tra posizioni potrebbe derivare da una pulizia periodica delle macchine, che avrebbe spazzato via alcuni dei microbi, così come l’utilizzo degli ATM da parte dei turisti, pendolari provenienti da altre località, ecc, hanno detto i ricercatori.

 

Salvatore Gemmellaro

Fonte: American Society for Microbiology

Informazioni su Salvatore Gemmellaro 84 Articoli

Non ho mai fatto della Scienza solo una materia di studio ed una passione personale, ma l’ho sempre ammirata come un’opera d’arte. Riesco a vederne la bellezza. I miei contemporanei probabilmente vedono solamente basi di Rna, gli enzimi. Io vedo Picasso, le più stupende sculture della biologia, vedo i Virus. Sono laureando in Scienze Biologiche, ed intendo dar del mio, in futuro, nel mondo della ricerca scientifica.

Commenta per primo

Rispondi