La vita è bella…grazie a batteri e ossitocina!

Il microbiota, cioè la flora microbica residente nel nostro organismo, è in grado di aiutarci in innumerevoli circostanze. Il suo ruolo è stato spesso oggetto di studio, specialmente per quanto riguarda i batteri intestinali o la flora della pelle. Uno studio recente ha messo in luce come alcuni batteri presenti nel latte materno abbiano la capacità di interagire drasticamente con lo stato di salute creando un circuito batteri-ipotalamo-ossitocina che giova incredibilmente all’organismo. Questo meccanismo, finora studiato nei modelli animali, ha un indiscutibile potenziale data l’importanza che l’ossitocina riveste anche nel regolare processi complessi dell’organismo umano.

Figura 1: Modello molecolare di ossitocina.

L’ossitocina (Fig.1), ormone prodotto dall’ipotalamo, riveste un ruolo importante sia nei rapporti sociali che in alcuni aspetti legati alla riproduzione. Il legame tra ossitocina e benessere è stato provato per quanto riguarda la salute fisica, mentale, spirituale e sociale.  Questo ormone sembra infatti essere la panacea di tutti i mali: a livello fisico aiuta ad avere una muscolatura robusta e a diminuire il rischio di diabete e obesità, oltre che a migliorare la funzionalità del sistema immunitario e potenziare la capacità di guarigione delle ferite. Tutto questo ha l’effetto secondario di proteggere l’organismo dai danni dell’invecchiamento. Questo ormone così incredibile, inoltre, agisce come un vero e proprio ansiolitico aiutando a ridurre lo stress e induce nel cervello un’attitudine all’ottimismo, agendo direttamente sui centri interessati. Non per niente, l’ossitocina è uno degli ormoni che vengono prodotti durante il parto, e risulta importante in tutto il processo riproduttivo, sia maschile che femminile.  Non solo, l’ossitocina è anche un ormone noto per la sua influenza su una buona salute sociale, favorendo e rendendo più saldi i legami familiari e genitoriali, e, in un contesto sociale più ampio, interessa anche i rapporti di amicizia. Anche in campo spirituale questo ormone gioca un ruolo importante: ne è stato riconosciuto il ruolo relativamente alle pratiche di  meditazione, o all’amore per la musica. In poche parole, l’ossitocina è veramente l’ormone del benessere, e può sicuramente contribuire a definire un nuovo concetto di salute, che vada al di là di quello meccanicistico meramente legato all’assenza di malattia. Grazie all’ossitocina anche il concetto di benessere assume un senso più profondo, più rotondo e sfaccettato.

Tutto questo è stato studiato specialmente nei modelli animali, in cui l’impatto dell’incontro tra Lactobacillus reuteri, batterio appartenente allo stesso genere del più noto Lactobacillus acidophilus (Fig.2), e sistema ipotalamo-ossitocina produce quello che viene chiamato “microbial hug”, letteralmente “abbraccio microbico”.

Figura 2: Lactobacillus acidophilus in SEM.

 

Questo meccanismo così efficace di interazione tra batteri, ipotalamo e livelli di ossitocina nei modelli animali deve essere ancora adeguatamente sperimentato nell’uomo, ma appare senza dubbio molto interessante se si riscontrassero gli stessi effetti visibili negli animali da laboratorio. Stiamo fantasticando? Forse, ma, in un futuro che sembra sempre più incerto, pensare al benessere in senso lato e poterlo incrementare ad esempio con probiotici costruiti ad hoc per stimolare la produzione di ossitocina da parte dell’ipotalamo in modo da creare uno stato di benessere a 360° sembra un traguardo auspicabile.

 

Priscilla Cocchi

 

 

 

Bibliografia.

Erdman SE, Poutahidis T. Microbes and Oxytocin: Benefits for Host Physiology and Behavior. Int Rev Neurobiol. 2016;131:91-126.

Erdman SE. Defining ‘good health’. Aging (Albany NY). 2016 Dec 29;8(12):3157-3158.

Crediti immagini:

Immagine di apertura: Happiness image copyrights Moyan Brenn

Immagine ossitocina: https://commons.wikimedia.org/wiki/User:MindZiper

Immagine Lactobacillus: Mogana Das Murtey and Patchamuthu Ramasamy

 

Commenta per primo

Rispondi