Un virus conferma la teoria dell’evoluzione di Charles Darwin!

https://i0.wp.com/media.npr.org/assets/img/2016/05/26/e-coli_wide-fef9db34381b7ff035a2ca3212d3fc317487d0e0.jpg?resize=814%2C457&ssl=1

I ricercatori hanno potuto osservare la speciazione per la prima volta in un piccolo container da laboratorio, guardando un virus che si evolve in due specie completamente nuove nel corso di un solo mese. Lo studio è un’ulteriore conferma della teoria evoluzionistica di Darwin e del processo di speciazione (ovvero la nascita di una nuova specie).

I biologi dell’Università della California di San Diego e dell’Università statale del Michigan erano pronti ad aspettare un po’ per i risultati quando hanno iniziato un esperimento per studiare la speciazione, un processo evolutivo proposto da Charles Darwin in cui una specie si divide in due specie distinte. Adesso immaginate la loro sorpresa quando hanno assistito al processo dopo un solo mese!

https://i0.wp.com/upload.wikimedia.org/wikipedia/commons/thumb/f/fd/Phage_lambda_virion.svg/2000px-Phage_lambda_virion.svg.png?resize=361%2C344&ssl=1
Batteriofago Lambda

In uno studio pubblicato in Science, il ricercatore Justin Meyer e colleghi, spiegano che hanno coltivato un virus noto come Batteriofago lambda, che può infettare batteri E. coli utilizzando due recettori. Poi i ricercatori hanno dato al virus due tipi di cellule da infettare, ognuno con il proprio tipo di recettore, e hanno visto come si è evoluto in due specie completamente nuove, ciascuna specializzata in un tipo di recettore.

 

Darwin aveva ragione?

https://i1.wp.com/media.salon.com/2015/02/charles_darwin2.jpg?resize=409%2C272

La speciazione è stata sempre difficile da studiare accuratamente perché avviene troppo lentamente per osservarla direttamente“, ha detto Meyer. “Senza prove dirette della speciazione, alcune persone hanno dubitato dell’importanza dell’evoluzione e della teoria di Darwin sulla selezione naturale“.

Non c’è bisogno di essere scettici adesso. “Con questi esperimenti, nessuno può dubitare se la speciazione si verifica“, ha continuato. “Ancora più importante, ora abbiamo un sistema sperimentale per testare molte idee sul processo precedentemente non verificabili “.

Questa ricerca è abbastanza incredibile e gli esperimenti futuri ci insegneranno ancor di più sui processi di speciazione ed evoluzione. Combinata con la nostra conoscenza avanzata della genetica, questa nuova informazione potrebbe aiutarci a comprendere come vivere più a lungo, trattare le malattie o forse anche eliminarle totalmente.

Charles Darwin aveva ragione! I più forti sopravvivono e potremmo usare questa conoscenza sulla speciazione per assicurare che la nostra specie sia la più adatta possibile.

 

Salvatore Gemmellaro

 

Fonte: Science; Futurism

Informazioni su Salvatore Gemmellaro 84 Articoli

Non ho mai fatto della Scienza solo una materia di studio ed una passione personale, ma l’ho sempre ammirata come un’opera d’arte. Riesco a vederne la bellezza. I miei contemporanei probabilmente vedono solamente basi di Rna, gli enzimi. Io vedo Picasso, le più stupende sculture della biologia, vedo i Virus. Sono laureando in Scienze Biologiche, ed intendo dar del mio, in futuro, nel mondo della ricerca scientifica.

Commenta per primo

Rispondi