Miracoli o eccezioni? Bimba guarita dall’HIV

Notizia dell’ultima ora che ha fatto il giro del web e delle riviste! Una bambina di nove anni si è liberata del virus HIV, dopo aver vissuto la sua intera vita in sua “compagnia” perché contagiata alla nascita!

Si tratta di una bimba sudafricana di 9 anni che alla nascita ha contratto il virus e che ha debellato poco tempo fa grazie ad un semplice trattamento con antiretrovirali nelle primissime sue settimane di vita! Si può dire che è riuscita a debellare il virus senza l’aiuto di farmaci e senza soprattutto esserne affettata.

Questo è un caso rarissimo di remissione, il terzo degli ultimi anni e potrebbe essere un’incredibile svolta per la salute! Non solo per le singole persone infette, ma anche per tutte le persone a rischio. Studiando il meccanismo con cui queste persone mettono all’angolo il virus si potrebbe finalmente sintetizzare un vaccino da poter usare in futuro.

La storia della bambina

La bimba venne a contatto con il virus nel momento del parto contraendolo dalla madre. La situazione era critica perché la bambina mostrava altissimi livelli del virus in circolo. Ma i medici agirono prontamente, ed a 9 settimane di vita le somministrarono dei farmaci antiretrovirali (in grado di sopprimere la riproduzione del virus) per ben 40 settimane! Fu un primo tentativo di cura sperimentale precoce che diede dei risultati sbalorditivi! Le tracce del virus furono praticamente introvabili.

A questo trial clinico furono sottoposti altri 142 bambini, con risultati non positivi come per la bimba. Certo bisogna sempre ricordare che forse una piccola quantità del virus resta latente e non si può mai sapere nella vita come andrà. Ma allo stesso tempo si dovrà studiare meglio il caso della bimba per capire i meccanismi, le ipotesi di tale eccezioni sono tante: la genetica, le tempistiche e un’eccezionale risposta del sistema immunitario potrebbero aver determinato la “virtuale” guarigione.

 

Raluca Stoica

Fonte: Focus

Commenta per primo

Rispondi