Il test sanguigno sensibile e specifico per la toxoplasmosi

La toxoplasmosi deriva dall’infezione del parassita Toxoplasma gondii, solitamente trasmesso agli esseri umani dal consumo di carne contaminata poco cotta o dall’esposizione a feci di gatto infette. Questa malattia causa morbilità e mortalità rilevanti su scala globale e può essere molto grave. La trasmissione verticale dalla madre al feto avviene dall’infezione acuta primaria durante la gestazione e l’infezione congenita può causare idrocefalo, epilessia e morte. I test esistenti per valutare l’esistenza dell’ infezione sono “test su siero” che richiedono l’analisi di campioni di sangue utilizzando infrastrutture e tecnologie che possono essere proibitive nelle aree in via di sviluppo e inaccessibili. Lo screening sierologico durante la gestazione consente il rilevamento prenatale precoce e l’inizio rapido del trattamento, con benefici economici e di esito del paziente. Tuttavia, lo screening sierologico convenzionale può essere proibitivo, come detto. 

I risultati di prova di un test Toxoplasma ICT IgG-IgM a base di immunocromatografia a flusso laterale per il rilevamento combinato di IgG e IgM specifiche del Toxoplasma sono state descritte in precedenza utilizzando campioni di siero nello studio “National Collaborative Chicago-Based Congenital Toxoplasmosis Study” (NCCCTS) [1 -2].

A) Composizione dei partecipanti allo studio negli Stati Uniti e in Marocco. Un individuo sieropositivo è stato testato due volte tramite test POC, ma è incluso in questo numero solo una volta. 19 donne in gravidanza sono state testate per un totale di tre volte ciascuna come parte di un programma di screening gestazionale pilota. Tutti erano sieronegativi. Nessuno lamentava o menzionava problemi medici di qualsiasi tipo diversi da quelli relativi alla toxoplasmosi tra coloro che erano sieropositivi al NCCCTS o alla gravidanza, sebbene non vi fosse alcun questionario sanitario o esame fisico come parte di questo studio. B) Esecuzione del test Toxoplasma ICT IgG-IgM. Il sito del polpastrello viene pulito con una salviettina imbevuta di alcool e punteggiato con una lancetta. Il sangue viene raccolto tramite tubo capillare e applicato al kit di test. Vengono quindi applicate quattro gocce di eluente. Il test può essere interpretato in 20-30 minuti. La freccia nera adiacente alla “T” indica la presenza di anticorpi contro T. gondii. NCCCTS, Studio collaborativo di toxoplasmosi congenita a domicilio a Chicago; POC, punto di cura; UofC, Università di Chicago.

Rima McLeod dell’Università di Chicago e i suoi colleghi, tra cui Joseph Lykins e Karen Leahy, hanno testato 205 individui. Le persone testate includevano pazienti, volontari e pazienti ostetriche di Chicago e del Marocco, noti per essere infetti dal T. gondii. Un team guidato dal Dr. El Bissati ha testato le pazienti incinte in Marocco e il team del Dott. McLeod ha testato le pazienti a Chicago.

Il sangue è stato testato utilizzando test di riferimento, test sierici standard di cura e il nuovo test “whole-blood-Point-Of-Care (POC)”  ottenuto semplicemente pungendo la punta del dito e prelevando un campione di sangue. Il test POC ha avuto il 100% di compatibilità in termini di risultati rispetto ai test di riferimento e di siero-variante, e si è dimostrato di per sè altamente sensibile e specifico, con una sensibilità del 100% e una specificità del 100%. I punteggi erano veri anche per le donne con livelli più bassi di anticorpi anti-Toxoplasma.

Tuttavia, il test non può distinguere tra infezioni acute e croniche. Gli autori sottolineano: “Il nostro lavoro stabilisce un nuovo test in ambito ambulatoriale a costi molto bassi, consentendo diagnosi e trattamento tempestivo per le infezioni da toxoplasma acquisite per la prima volta durante la gravidanza. Se combinato con i test per le altre infezioni congenite e con i marcatori associati al parto prematuro, questo test migliorerà notevolmente l’efficacia del monitoraggio in gravidanza sia della madre che del nascituro “.

Alice Marcantonio

 

Fonte originale:

Joseph Lykins, et al. Rapid, inexpensive, fingerstick, whole-blood, sensitive, specific, point-of-care test for anti-Toxoplasma antibodies. PLOS Neglected Tropical Diseases, 2018; 12 (8): e0006536 DOI: 10.1371/journal.pntd.0006536

Fonti di ricerca:

[1]. Begeman IJ, et al. Point-of-care testing for Toxoplasma gondii IgG/IgM using Toxoplasma ICT IgG-IgM test with sera from the United States and implications for developing countries. PLoS Negl Trop Dis. 2017; 11:e0005670. pmid:28650970.

[2].Mahinc C, et al. Evaluation of a new ICT test (LDBIO Diagnostics) to detect toxoplasma IgG and IgM: comparison with the routine Architect technique. J Clin Microbiol 2017; :JCM.01106-17.

1 Commento

Rispondi