La carne rossa aumenta il rischio di malattie cardiache attraverso i batteri intestinali

 Una dieta ricca di carne rossa può influenzare il rischio di malattie cardiache innescando la produzione di alcuni metaboliti nell’intestino. A dimostrarlo è uno studio che mostra come le persone che mangino carne rossa come principale fonte proteica ​​per un mese abbiano livelli di N-ossido di trimetilammina (TMAO)  da due a tre volte più alti di quelli nelle persone che assumono le loro proteine ​​principalmente da carne bianca o da fonti vegetali. Di fatto, i batteri intestinali producono TMAO come sottoprodotto quando si nutrono di determinati nutrienti durante la digestione, alti livelli circolanti di TMAO sono responsabili dello sviluppo di placche che bloccano le arterie aumentando il rischio di malattie correlate al cuore. In questo studio, gli scienziati della Cleveland Clinic in Ohio hanno scoperto due meccanismi attraverso i quali una dieta ricca di carne rossa aumenti i livelli di TMAO. Sembra che non solo il consumo frequente di carne rossa aumenti la produzione di TMAO da parte dei batteri intestinali, ma riduca anche l’eliminazione del composto attraverso i reni. Il Dott. Stanley L. Hazen, del Dipartimento di Medicina cellulare e molecolare dell’Istituto di ricerca di Lerner della Cleveland Clinic,  afferma: “I reni possono cambiare la loro capacità di espellere composti diversi a seconda della dieta che si effettua”.

Il dottor Hazen e il suo team hanno scoperto che il TMAO altera i livelli delle piastrine nel sangue, modificando la segnalazione del calcio, e aumenta il rischio di trombosi e coaguli. Inoltre, hanno dimostrato che le piastrine rispondono in modo diverso all’attivazione della coagulazione del sangue quando i livelli ematici di TMAO sono elevati. Tale composto potrebbe essere un potente predittore del rischio di infarto, ictus e morte, anche quando i livelli di colesterolo e la pressione sanguigna sono sani.

Sulla scia del Dott. Hazen, altri gruppi di ricerca hanno effettuato delle ricerche riguardo lo stesso tema. Per esempio, una ricerca dell’Università di Leicester nel Regno Unito ha dimostrato che le persone con insufficienza cardiaca acuta peggioravano con l’aumentare dei livelli ematici di TMAO

Una dieta ricca di carne rossa può influenzare il rischio di malattie cardiache innescando la produzione di alcuni metaboliti nell’intestino.

Il team del Dott. Hazen ha assegnato a 113 individui tre diete diverse in un ordine casuale, strettamente controllate per 4 settimane. Le diete differivano in base alla loro principale fonte proteica. Nella dieta a base di carne rossa il 12% delle calorie giornaliere proveniva da carni rosse magre sotto forma di carne di maiale o di manzo, mentre nella dieta a base di carni bianche queste calorie provenivano da carni bianche magre di pollame. Nella dieta non a base di carne, il 12% dell’apporto calorico giornaliero proveniva da legumi, frutta a guscio, cereali e prodotti a base di soia senza isoflavoni. In tutte e tre le diete, le proteine ​​hanno rappresentato il 25% delle calorie giornaliere e il restante 13% proveniva da uova, latticini e fonti vegetali. Dopo 4 settimane di dieta a base di carne rossa, la maggior parte degli individui presentava livelli di TMAO più alti sia nel sangue che nelle urine. In media, i livelli ematici di TMAO negli individui che seguivano la dieta a base di carne rossa erano fino a tre volte superiori rispetto a quelli degli individui che seguivano gli altri tipi di dieta. Addirittura per alcuni individui i livelli di TMAO erano 10 volte più alti. 

Lo studio ha anche prodotto un risultato inaspettato. Durante la dieta a base di carne rossa, i reni dei partecipanti allo studio erano meno efficienti nell’espellere il TMAO. Tuttavia, nelle 4 settimane successive alla sospensione della dieta a base di carne rossa, i livelli di TMAO nel sangue e nelle urine sono diminuiti. Il Dott. Hazen ha affermato che, come mostrano i risultati, le persone possono ridurre il rischio di problemi cardiaci cambiando ciò che mangiano. La produzione intestinale di TMAO era più bassa e l’eliminazione da parte dei reni era più alta quando gli individui seguivano la dieta a base di carne bianca o di proteine ​​vegetali. Ciò suggerisce, afferma il Dott. Hazen, che questi tipi di dieta sono più salutari per il cuore e per il corpo.

“Sappiamo che i fattori dello stile di vita sono fondamentali per la salute cardiovascolare e questi risultati si basano sulla nostra precedente ricerca sul legame del TMAO con le malattie cardiache”.

Alice Marcantonio

Fonte: Zeneng Wang, et al. Impact of chronic dietary red meat, white meat, or non-meat protein on trimethylamine N-oxide metabolism and renal excretion in healthy men and women. European Heart Journal, ehy799, https://doi.org/10.1093/eurheartj/ehy799 Published: 10 December 2018

Commenta per primo

Rispondi