Parassiti! Alcuni possono controllare il nostro comportamento

Parassiti e parassitismo

In natura, il parassitismo è molto diffuso, specialmente tra i microrganismi. Vi stupirà sapere che alcuni di essi possono addirittura alterare dei lati del nostro comportamento.

Un parassita è un organismo che sfrutta le risorse vitali di un ospite per vivere e riprodursi. Se vi sembra fantascienza che un parassita possa controllare la mente e alterarne alcune funzioni comportamentali, sappiate che alcuni riescono a farlo!

ATCV-1 quando la stupidità è causata da un virus

La presenza di questo virus è stata riscontrata in molti animali. Il suo effetto è proprio quello di rendere stupidi alcuni animali abbassando il loro livello intellettivo! Ma la sorpresa è che questo virus non è stato trovato solo in soggetti animali, ma anche in soggetti umani! La notizia arriva dall’Università privata John Hopkins di Baltimora. I ricercatori hanno scoperto la presenza del virus negli umani durante un esperimento sull’intelligenza umana. Lo studio coinvolgeva 92 volontari e il 43,5 percento di essi presentava il virus ATCV-1. Questi soggetti presentavano una minore attenzione e un abbassamento delle facoltà cognitive legate alla sfera visiva, insomma questo virus ha la capacità di “rallentare” decisamente alcune facoltà intellettive!

Troppo sonno? Colpa di un protozoo!

Figura 1 – Trypanosoma brucei gambiense – photo by ReserchGate

Esiste un protozoo molto curioso chiamato Trypanosoma brucei gambiense che provoca la malattia del sonno. Non colpisce solo gli uomini, ma anche gli animali. Questo microrganismo è molto diffuso nel territorio Africano e viene trasmesso dalla mosca tse-tse. La malattia del sonno ha più stadi e quelli finali del ciclo vitale sono proprio quelli del sonno che si trasformano in un coma profondo che porta alla morte. Purtroppo in Africa, nelle zone rurali è molto diffuso e inoltre sembra che la ricerca non investa soldi per studiare questo particolare protozoo e la strana malattia che provoca. Per ora ci sono stati studi sul genoma della mosca tse-tse che possono aprire nuove porte per la comunità scientifica.

La Candida ama lo zucchero

La Candida è un lievito che vive normalmente nel nostro intestino. Quando assumiamo zuccheri sappiate che una piccola parte viene mangiata proprio da questo lievito. Mangiando molto zucchero, questi piccoli esserini crescono e producono sostanze chimiche particolari che possono indurre l’ospite ad avere una voglia maggiore di zucchero. Insomma la Candida potrebbe influire sulla nostra voglia di dolci, poiché contengono grandi quantità di zuccheri!

Naegleria fowleri uccide il sistema nervoso

Figura 2 – Naegleria fowleri, ricostruzione grafica – photo by New Atlas

Naegleria fowleri non è ne un fungo, ne un virus e ne un batterio, ma è un protista, un piccolo eucariote primitivo che vive in acque dolci. Il suo range di sopravvivenza va dai 10 gradi fino a 42 gradi, quindi può resistere in acque abbastanza fredde e acque molto calde. Il suo soprannome è “ameba mangia cervello” perchè provoca una malattia chiamata meningoencefalite amebica primaria che colpisce il sistema nervoso centrale. Questa malattia se non viene diagnosticata in tempo porta alla morte. Occasionalmente attacca l’uomo, ma quando lo fa mangia letteralmente il cervello! Raggiunge l’uomo tramite l’acqua, se viene a contatto con le cavità nasali, risale la mucosa, risale il nervo olfattivo e raggiunge il cervello. Una volta raggiunto, si moltiplica e si nutre del tessuto nervoso cerebrale provocando lesioni emorragiche mortali. Insomma bisogna fare attenzione a quale lago scegliete per fare il bagno, perchè se le acque sono contaminate c’è il pericolo di incontrare questo ospite mortalmente indesiderato.

Conclusioni

Il mondo dei microrganismi non smette mai di stupire! Il fatto di essere procarioti o virus ed estremamente piccoli non significa essere innocui e insignificanti. In questi esempi sopracitati batteri, funghi e persino protisti sono capaci di controllare addirittura un aspetto del carattere o meglio ancora di “mangiare il cervello” e portare alla morte un individuo umano. Almeno 2 delle malattie sopracitate non hanno cura, perché la ricerca non investe in questi casi particolari, ma solo conoscendo di più e studiando meglio questi microrganismi si possono sconfiggere le malattie, ma per ora questi 4 parassiti destano grande stupore per la loro letale capacità di avere il controllo su alcune funzioni mentali.

Ce ne saranno altri? Infondo la natura è così varia.

Fonti

Maria Luisa Cirillo

Informazioni su Maria Luisa Cirillo 17 Articoli
Maria Luisa Cirillo, dottoressa in biologia con una grande passione per tutto ciò che è scienza. Aspirante docente, ha una vocazione per la divulgazione scientifica attribuendo ad essa una grandissima importanza. Ha esperienza nel campo delle produzioni alimentari e sicurezza alimentare, in laboratori di microbiologia e di citologia-istologia.

Commenta per primo

Rispondi