Gli “enterotipi” definiscono la tua flora intestinale

Sappiamo tutti bene quanto sia importante il rapporto con il nostro microbioma intestinale: noi, come moltissimi animali, siamo in simbiosi con esso, dalle termiti alle mucche, dalle lucertole alle scimmie! indipendentemente dalla dieta conviviamo con un microbioma intestinale che spesso rappresenta un vantaggio evolutivo importante per chi lo possiede, le mucche per esempio si possono indirettamente nutrire di cellulosa, come le termiti; è da sottolineare inoltre che solo con la sua presenza un microbioma simbiontico ostacola proliferazioni indesiderate semplicemente competendo con esse.

Il microbioma intestinale umano può influenzare il comportamento, l’umore e può inoltre influire sull’assorbimento di nutrienti a livello del tubo intestinale nutrendosi più velocemente di quanto l’epitelio intestinale possa assorbire, e questo è vero tanto per il cibo quanto per i farmaci.

Sembra che esistano 3 tipi di microbioma intestinale umano: tali “enterotipi” (Fig.1) sono caratterizzati ciascuno dalla predominanza di un tipo di batteri: bacterioide, revotella e ruminococcus (Fig.2); tale divisione (stranamente) non graduale implica l’esistenza di configurazioni privilegiate instaurazione delle simbiosi intestinali.

Fig.1: è quantitativamente descritta la composizione proporzionale dei 3 enterotipi

Da cosa può dipendere questa netta divisione? le ipotesi sono molte, ma si pensa che i fattori che abbiano un ruolo più centrale il questo meccanismo siano in primis le molecole MHC e il sistema immunitario, e probabilmente la lunghezza del tubo digerente che è inevitabilmente legata al tempo di percorrenza: in un intestino più lungo saranno favoriti batteri che si nutrono di sostanze diverse dalle nostre.

Fig.2: è mostrato Ruminococcus, famiglia prevalente nell’omonimo enterotipo

Come si ripercuote questa divisione sulla salute delle persone? Per esempio: le persone con enterotipo Bacterioides avranno un maggiore disponibilità di vitamine c, b2, b5 e H poichè prodotti proprio dalla flora che sovraesprime gli enzimi necessari alla sintesi, mentre le persone con enterotipo Prevotella riceveranno un maggiore apporto di vitamina B1 e acido folico.

E voi? di che enterotipo pensate di essere? (se già non lo sapete!)

 

Alessandro Clochiatti

Fonti:

  • https://www.newscientist.com/article/dn20401-each-human-has-one-of-only-three-gut-ecosystems/ (enterotipi)
  • https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/21508958(ruolo enterotipi nel metabolismo dell’ospite)
  • https://www.frontiersin.org/articles/10.3389/fcimb.2017.00047/full(Ruminococcus)

Commenta per primo

Rispondi