Malattie infettive emergenti a rischio epidemico

Febbre Congo-Crimea, malattia da virus Ebola, febbre emorragica di Marburg, febbre di Lassa, sindrome respiratoria mediorientale da Coronavirus (Mers), sindrome respiratoria acuta grave (Sars), infezione da virus Nipah e Febbre della Rift Valley, malattia da virus Zika: sono alcune delle patologie inserite nell’elenco di malattie con un significativo potenziale epidemico rispetto alle quali, tuttavia, per … Leggi tutto

La simbiosi tra Zooxanthelle e coralli per la salute della Grande Barriera Corallina

Chi non ha mai voluto immergersi nelle acqua cristalline e nel tripudio di colori della Grande Barriera Corallina? E’ la barriera di corallo più grande al mondo e si estende per 2300 km nell’Australia nord-orientale. I coralli ne sono i protagonisti assoluti, che danno forma al paesaggio incantato che vi sarà forse capitato di osservare … Leggi tutto

Una “squadra speciale” microbica per la biodegradazione degli IPA

Gli Idrocarburi Policiclici Aromatici (IPA) sono una classe di oltre 200 composti organici costituiti da due o più anelli aromatici condensati. Essi sono caratterizzati da una bassa solubilità in acqua, un’elevata persistenza ambientale, una buona solubilità nei lipidi ed una bassa volatilità (ad eccezione dei composti più leggeri). Divenuti ormai ubiquitari nell’ambiente, le fonti da … Leggi tutto

Cupriavidus metallidurans e la bio-mineralizzazione dell’oro

Affinchè si possano formare i minerali è necessario l’intervento dei microrganismi; infatti, i cicli dei metalli sono guidati dai microrganismi proprio perché gli ioni metallici fungono da nutrimento per i batteri, si possono ossidare o ridurre, ma possono anche essere tossici (come nel caso di ioni di metalli pesanti quali Hg²⁺, Cu²⁺, Pb²⁺, Ni²⁺, Zn²⁺). … Leggi tutto

Sughero, animaletti, denti sporchi e microscopi: cronache dalla scoperta dei batteri alla teoria cellulare

Microscopio (dal greco: mikrón “piccino” e skopéin “guardare”): una lente per ingrandire il mondo. Il primo microscopio che ci è dato conoscere fu costruito all’incirca nel lontano 1590 in Olanda, dalla famiglia Janssen, fabbricanti di occhiali. La sua struttura non era poi così tanto diversa da un qualsiasi microscopio moderno, almeno nelle sue parti fondamentali: oculare, corpo e obiettivo. … Leggi tutto

Malattie batteriche gastrointestinali: il caso della campilobatteriosi

Il genere Campylobacter, dal greco kampylos che significa “curvato”, è costituito da batteri Gram-negativi a forma di virgola, ossidasi e catalasi positivi e mobili grazie ad un flagello polare. Il principale antigene è il lipopolisaccaride della membrana esterna. Tale microrganismo cresce meglio in un atmosfera a bassa percentuale d’ossigeno (dal 5 al 7 %, microareofilo) … Leggi tutto

Combattere l’Alzheimer con l’immunità cerebrale

Le malattie neurodegenerative sembrano essere la piaga degli ultimi anni. In particolare, la malattia di Alzheimer colpisce oltre 47 milioni di persone in tutto il mondo, un numero che non può che aumentare parallelamente all’invecchiamento della popolazione. Uno dei segni distintivi della malattia è l’accumulo di placche amiloidi tra i neuroni, che interferiscono con la … Leggi tutto

Un batterio intestinale alla base del lupus eritematoso

Il lupus eritematoso, o LES, è una malattia cronica autoimmunitaria che può colpire diversi organi e tessuti (Fig.1). In questa patologia gli anticorpi, invece di proteggere il corpo da batteri e virus e altri agenti estranei, aggrediscono le cellule del corpo stesso. Questo meccanismo causa infiammazione e danni ai tessuti. Gli organi più colpiti da … Leggi tutto

Schistocephalus solidus, il parassita dello spinarello

Schistocephalus solidus è l’ennesimo parassita dei pesci. Questo in particolare non interessa l’uomo nel suo ciclo vitale, ma ha comunque la sua bella quantità di ospiti: crostacei, uccelli e pesci. Introduzione Schistcephalus solidus (Fig.1) è un Platelminta Cestode dell’ordine Pseudophyllidea, che parassita i crostacei, i pesci e gli uccelli ittiofagi d’acqua dolce. Ciclo vitale Il ciclo vitale (Fig.2) di S. … Leggi tutto

Rischio estinzione per i parassiti?

Sembra impensabile, eppure secondo un recente studio dello Smithsonian Institution, pubblicato sulla rivista Science Advances, esiste la concreta possibilità che i cambiamenti climatici potrebbero portare all’estinzione di un elevato numero di specie di parassiti. Una bella notizia? Non proprio perché possono esserci serie conseguenze per gli ecosistemi, infatti, i parassiti, svolgono un importante ruolo di … Leggi tutto