Il genoma batterico: generalità

Il termine nucleoide (derivante da  nucleo con il suffisso  –oide, simile al nucleo) indica la regione della cellula procariotica che contiene il materiale genetico. Il genoma batterico comprende generalmente un unico (il corredo cromosomico dei batteri è aploide) cromosoma circolare (in Streptomyces coelicolor e Borrelia burgdorferi è stato osservato un unico cromosoma lineare), che contiene … Leggi tutto

CRISPR-Cas9 è meno sicura di quanto pensato? Non fraintendiamo…

Dalla sua scoperta nel 2007 come meccanismo di difesa batterico contro le infezioni virali ad oggi, CRISPR-Cas9 è una tecnica che ha spopolato sia nei laboratori di ricerca sia nella cultura di massa. Se nei primi viene ormai utilizzata come metodo d’elezione per esperimenti di mutagenesi, dall’altra parte, diversi siti le hanno dedicato approfondimenti appositi (Le … Leggi tutto

Birre buone? Questione di lieviti!

Durante una serata in compagnia, una bella pizza o semplicemente davanti ad uno spettacolare tramonto, bere una birra dà tutto un altro sapore alla vita grazie al suo gusto particolare, risultato di un lungo processo di produzione che parte da semplici ingredienti naturali. Produrre birra non è un processo semplice, ma di sicuro quello che … Leggi tutto

Viperina e ddhCTP: il nuovo antivirale è già dentro di noi

Era già noto e documentato da tempo in letteratura scientifica che sia gli esseri umani sia molti mammiferi, oltre ad alcuni pesci ed uccelli, possiedono nel proprio genoma un particolare gene (RSAD2) che si attiva quando nell’organismo sono in corso dei processi d’infezione ad opera di virus; fino ad oggi, tuttavia, si sapeva soltanto che … Leggi tutto

Al bando i fertilizzanti: l’alternativa bio-green è alle porte

Liberarsi dall’uso di fertilizzanti chimici: un nuovo motto si fa strada nel mondo dell’agricoltura. Fantascienza o realtà? Sicuramente per ora si tratta soprattutto di scienza, come spiegano i ricercatori coinvolti nello studio recentemente pubblicato sulla rivista scientifica mBio. A detta di Himadri Pakrasi, direttore del Centro Internazionale di Energia ed Ambiente Sostenibile (InCEES), in un … Leggi tutto

Il biofilm ruminale e la fermentazione della cellulosa

Il biofilm è una matrice, in genere polisaccaridica, secreta dai batteri. Al suo interno possono vivere più specie batteriche (consorzi polimicrobici), spesso in rapporto di mutuo sostegno, dando vita a un complesso sistema biologico e strutturale. I microrganismi che vivono e costruiscono il biofilm hanno un tasso di crescita più elevato e ciò si deve … Leggi tutto

Un singolo cambiamento genetico nei batteri intestinali altera il metabolismo ospite

La ricerca fa un passo importante verso la comprensione di come il microbiota (insieme di batteri che vivono nel nostro corpo) influenzi il metabolismo. Sebbene sia noto che il microbiota influenza lo sviluppo di obesità e malattie metaboliche come il diabete, i meccanismi specifici con cui il microbioma influisce sul metabolismo sono più difficili da decifrare … Leggi tutto

Building related illness, mi posso ammalare lavorando in ufficio?

Le patologie correlate agli edifici (building related illness) sono un gruppo di patologie la cui eziologia è legata agli ambienti senza scambi d’aria degli edifici moderni. Tali costruzioni sono caratterizzate da finestre sigillate e dalla dipendenza dai sistemi di riscaldamento, ventilazione e condizionamento dell’aria per la circolazione dell’aria. La maggior parte dei casi si verifica … Leggi tutto

I batteri coinvolti nella fermentazione del lattosio

Quanti di voi non riescono a digerire il formaggio poco stagionato ed invece digeriscono tranquillamente lo yogurt? Chi soffre di una intolleranza al lattosio riscontra questa stranezza, poiché non disponendo dell’enzima lattasi, che scinde il lattosio in glucosio e galattosio, ha maggiore difficoltà digestive, mentre a facilitarci il compito quando si parla di yogurt sono … Leggi tutto

RodA, la glicosiltrasferasi “mancante”: in arrivo nuovi antibiotici?

La parete cellulare è una delle strutture più conservate tra i batteri ed è il bersaglio per gli antibiotici che usiamo più frequentemente. E’ costituita dai peptidoglicani, polimeri di zuccheri azotati, i glicani, reticolati con peptidi a catena corta.Gli enzimi più noti responsabili della sintesi della parete erano fino ad ora le proteine che legano … Leggi tutto