Sopravvivere nel deserto di Atacama: il gesso come fonte di vita

Il deserto di Atacama, nella bellissima terra del Cile, viene considerato il luogo più arido ed inospitale per la vita sulla Terra. Ormai però non dovrebbe più sorprenderci sapere che i microorganismi riescono a colonizzare anche ambienti in cui sembra impossibile la sopravvivenza per qualsiasi forma di vita. Uno studio pubblicato sulla rivista Proceedings of … Leggi tutto

Power-to-Protein: le proteine sostenibili per l’ambiente

Tutti abbiamo in mente la scena di un film di fantascienza in cui i cibi del futuro sono degli “intrugli” di proteine, pillole colorate contenenti tutti le sostanze nutrienti essenziali, oppure cibi tradizionali ma di origine sintetica, come la pizza che si idrata, conservata in piccoli sacchetti e pronta a diventare fino venti volte più … Leggi tutto

LAL test (test del lisato di amebociti di Limulus)

Generalità Le reazioni avverse alla somministrazione dei preparati parenterali sono state descritte fin dal XIX secolo ed inizialmente denominate “febbre da iniezione”. Tali reazioni derivavano dall’iniezione, insieme al farmaco, di sostante note con il termine pirogeni: sostanza che nell’uomo o nell’animale provocano un aumento della temperatura corporea con le stesse caratteristiche della febbre. Oggi è … Leggi tutto

Uniti è meglio: interazioni tra virus, batteri e spugne marine

I batteriofagi comunemente detti anche fagi sono delle particelle virali submicroscopiche, endoparassiti obbligati delle cellule batteriche. Una volta infettata la cellula batterica, essi sfruttano il macchinario di replicazione della cellula ospite per trascrivere il proprio DNA, produrre le proteine del loro capside ed in fine assemblare nuove particelle virali che fuoriusciranno lisando la cellula batterica, pronte ad … Leggi tutto

Treponema pallidum

Caratteristiche Treponema pallidum è l’agente eziologico della sifilide, la terza malattia di tipo batterico sessualmente trasmissibile più diffusa dopo la clamidia e la gonorrea. Fu identificato per la prima volta da Fritz Richard Schaudinn e Paul Erich Hoffmann nel 1905 e chiamato Treponema pallidum poiché invisibile al microscopio ottico se non colorato con impregnazione argentica, con sostanze fluorescenti … Leggi tutto