Tumore del Pancreas: cosa c’entrano i prioni della “Mucca Pazza”?

Lo studio dell’Università di Pisa I prioni, conosciuti come agente eziologico della “Mucca Pazza”, sono stati indagati durante uno studio nato da un progetto multidisciplinare di dottorato di ricerca condotto dal dottor Matteo Bianchini e coordinato dal Professor Stefano del Prato. L’indagine è stata svolta in collaborazione con l’Università di Pisa e l’IRCCS Neuromed di Pozzilli (IS), … Leggi tutto

Virus umano correlato a tumori mammari individuato in resti umani dell’Età del Rame e del Rinascimento

Un virus umano sconosciuto correlato a tumori mammari, è ciò che è stato identificato in alcuni resti umani risalenti all’Età del Rame e del periodo rinascimentale. Lo studio, pubblicato sulla rivista americana Aging ed ideato e condotto da Generoso Bevilacqua, già professore di Anatomia Patologica dell’Università di Pisa, ha preso in analisi i resti di 36 individui vissuti fra il … Leggi tutto

Cristoli virus: nuovo virus isolato da donna francese con encefalite fatale

“Riportiamo la scoperta di un nuovo Orthobunyavirus: Cristoli virus. Il virus è stato identificato in una paziente immunodepressa con encefalite fatale lentamente progressiva. In particolare il sequenziamento genomico full-length ha rivelato una forte espressione di un fattore di virulenza che potrebbe spiegare la severità dell’infezione”[Fatal Encephalitis Caused by Cristoli Virus, an Emerging Orthobunyavirus – Journal … Leggi tutto

Mycobacterium leprae

Caratteristiche Mycobacterium leprae, o bacillo di Hansen, viene tradizionalmente classificato nel genere Mycobacterium e rappresenta l’agente eziologico della lebbra.M. leprae è un batterio intracellulare obbligato, alcol acido-resistente, sottile, di forma bastoncellare, aerobio obbligato, immobile che replica molto lentamente (14 gg). La lunghezza varia tra 1 e 8 µm con un diametro di circa 0.3 µm … Leggi tutto

Ruxolitinib: dall’esperienza dell’ematologia italiana una possibile soluzione alla temibile polmonite COVID-19

All’ospedale di Livorno dal 24 marzo scorso è iniziata la sperimentazione di Ruxolitinib, un farmaco che ha risparmiato l’intubazione a diversi pazienti, migliorando le condizioni cliniche già dopo 24-48h dall’assunzione. Scopriamo insieme i dettagli dell’intuizione del Primario di Ematologia dell’Ospedale di Livorno Dottor Enrico Capochiani.

Microbioma cerebrale: nuovi studi suggeriscono l’esistenza di batteri nel cervello

Il lavoro del team di ricercatori del Dipartimento di Psichiatria e Neurobiologia Comportamentale dell’University of Alabama in Birmingham, capitanato dalla Neuroanatomista Rosalinda C. Roberts, ha presentato al meeting annuale della Società di Neuroscienze un lavoro di ricerca a dir poco sensazionale. Il cervello è stato considerato storicamente un ambiente sterile; un filtro selettivo chiamato barriera … Leggi tutto

Vaccino Coronavirus: la speranza viene da Hong Kong e Shanghai

A poche ore dalla notizia degli scienziati australiani riusciti nell’intento di coltivare il nuovo Coronavirus in laboratorio, ecco che la comunità scientifica arriva a nuovi ed entusiasmanti risultati.Il Professor Yuen Kwok-yung, cattedra di Malattie Infettive dell’Università di Hong Kong ha annunciato di aver sviluppato un nuovo vaccino contro il Coronavirus di Wuhan. Un team di … Leggi tutto