Terreni di coltura: caratteristiche, storia, utilizzi e applicazioni

Introduzione La microbiologia è stata ampiamente sviluppata grazie alla scoperta e all’ottimizzazione dei terreni di coltura a partire dal diciannovesimo secolo (vedi la pagina dedicata di Microbiologia Italia). La coltura batterica è stata il primo metodo sviluppato per studiare il microbiota umano, utilizzando un terreno artificiale che consenta la crescita e l’isolamento dei batteri. Il … Leggi tutto

Wilkins-Chalgren Agar

Perché si usa? Il Wilkins-Chalgren Agar è impiegato generalmente per il test di sensibilità agli antibiotici dei batteri anaerobi e per la coltura di batteri anaerobi da campioni clinici. Come funziona? Il Wilkins-Chalgren Agar consente la crescita di microrganismi anaerobi caratterizzati da diversi sistemi metabolici, grazie all’arricchimento con arginina, piruvato, emina e vitamina K1. Addizionato … Leggi tutto

Columbia Blood Agar

Perché si usa? Il Columbia Blood Agar Base è un terreno di coltura di base per l’isolamento e la coltivazione di microrganismi esigenti e non, da campioni clinici o altri materiali, utilizzato per la determinazione dell’emolisi batterica. Come Funziona? I terreni di base Blood Agar possono contenere la caseina, che permette alle colonie di crescere … Leggi tutto

Hektoen Enteric Agar

Perché si usa? L’Hektoen Enteric Agar, noto anche come HEA/HEK, è un terreno di coltura selettivo e differenziale dal color verde petrolio, utilizzato per la ricerca di batteri Gram negativi principalmente enterici, in particolare dei generi Salmonella e Shigella. Il terreno deve il suo nome all’Istituto Hektoen di Chicago, dove nel 1968 i due ricercatori … Leggi tutto