I licheni

Condividi l'articolo di Microbiologia Italia:

I licheni sono organismi cosmopoliti e si sviluppano negli ambienti più diversificati in relazione a specifiche caratteristiche. Sono l’espressione di una simbiosi di grande successo tra il micobionte ed il fotobionte. Sono longevi, possono essere plurisecolari e la loro crescita è condizionata da specifiche caratteristiche chimiche e fisiche del substrato. Sono considerati dei veri e propri indicatori della qualità biologica perché la loro assenza è indice di degrado.

Condividi l'articolo di Microbiologia Italia:

Microalghe Closterium: la parentela con le piante terrestri

Condividi l'articolo di Microbiologia Italia:

La microalga Closterium fa parte della famiglia Desmidiacee. Sono alghe verdi unicellulari con particolari cellule a forma di semiluna.

Condividi l'articolo di Microbiologia Italia:

Le alghe

Condividi l'articolo di Microbiologia Italia:

Le alghe ( figura 1) sono organismi autotrofi molto diffusi in ambiente acquatico e sono in grado di svolgere la fotosintesi, consumando anidride carbonica e producendo ossigeno. Collocate nel regno dei protisti, le alghe possiedono anche legami genetici sia con i protozoi che con i funghi. Le alghe microscopiche formano il fitoplancton, per cui le … Leggi tutto

Condividi l'articolo di Microbiologia Italia:

Sinergia alghe-batteri nel trattamento dei reflui di vinificazione

Condividi l'articolo di Microbiologia Italia:

Uno studio recente ha analizzato le modalità con cui alghe verdi e microrganismi interagiscono durante il ciclo di depurazione dei reflui enologici, determinando una riduzione del valore della domanda chimica di ossigeno (COD) e di inquinanti nutrienti Esiste un significativo potenziale per l’utilizzo di alghe nel trattamento di acque reflue terziarie, eppure si conosce ancora … Leggi tutto

Condividi l'articolo di Microbiologia Italia:

Delitto sulla neve o microalghe? Ma le alghe non stavano in acqua?

Condividi l'articolo di Microbiologia Italia:

Dietro a questa foto c’è di più di quello che ci si aspetterebbe. Chlamydomonas nivalis (Fig.1), così chiamato per il suo particolare habitat e per la sua evidente criofilicità, è un’alga verde appartenente al genere Chlamydomonas. In foto è proprio lei, nonostante non sia per nulla verde: il suo colore rosso sangue è conseguenza dell’alta concentrazione … Leggi tutto

Condividi l'articolo di Microbiologia Italia: