Apis mellifera potrebbe degradare il pesticida clotianidina. Grazie a ceppi probiorici del suo microbiota enterico.

Clotianidina: il pesticida degradato dall’Apis mellifera.

Non vi è mente umana, infatti, che non contempli l’astratto allarme di scomparsa dell’Apis mellifera, per avvelenamento secondario da pesticidi. E pur pesticida ubiquitario, la clotianidina, potrebbe essere molecola alla portata dei lenti ma efficaci processi di degradazione, delle care api.
Alleanze microbiche, qui, volte alla sana sopravvivenza dell’ospite, anche negli imenotteri, non mancano. Un microbiota d’ape, che può far la differenza tra la vita e l’estinzione, di massa.

Idromele: il più antico fermentato del mondo

L’idromele è la più antica bevanda alcolica fermentata al mondo. La sua materia prima, il miele, costituisce fonte preziosa per le api e per l’alimentazione umana. In questo articolo vengono trattati l’origini, la produzione e l’ecologia microbica di questa bevanda.

api

Peste americana

Peste americana – caratteristiche generali, agente patogeno, sviluppo della patologia, condizioni ambientali, sintomatologia, prevenzione, controllo