Coffea L., il diavolo, ed il micobiota. Prospettive future

Il diavolo, nella tradizione persiana, e nel chicco di Caffea L. Coltura protetta dal suo micobiota.

Il caso della Coffea arabica, e del suo specie-specifico micobiota: il microbiota fogliare fungino.
Il mondo dei funghi, promette alternative salubri, al biocontrollo chimico, in campo. E, contemporaneamente, il suo ermetico potenziale, incide i profili metabolici delle pazienti ospiti verdi.

Sporothrix schenckii

Sporothrix schenckii

Sporothrix schenckii è un micete dimorfo che vive nel terreno, nella vegetazione e negli escrementi animali. Raffigura l’agente eziologico della sporotricosi o malattia del giardiniere delle rose

Permafrost, sostanza organica e funghi: le tre Parche

Come le Parche, permafrost, sostanza organica e funghi, tengono in mano il filo del nostro esistere.

Il permafrost crea le condizioni; la sostanza organica, in esso contenuta, è latente garanzia, e minaccia, alla nostra durata; i funghi, soffrendo a fondo le variazioni ecosistemiche nei suoli, sono il coperchio sul vaso di Pandora. O sul tracollo ambientale, se si preferisce. Come altri infiniti, e ignorati, agenti biologici. Loro sì, padroni del mondo.

Histoplasma capsulatum

Histoplasma capsulatum

L’Histoplasma capsulatum è un fungo appartenente al phylum degli ascomiceti che risiede nel suolo e negli escrementi di alcuni volatili. E’ un fungo dimorfo e raffigura l’agente eziologico dell’istoplasmosi, una malattia che può rivelarsi fatale nelle persone immunodepresse

Carie del legno (seconda parte)

Cavità con carie del legno al castello di un albero di gelso (Morus nigra), rilevate nel corso di analisi di stabilità. Alcune cavità e ferite sono state cementate, pratica errata che usava alcuni anni orsono (photo: Vanessa Vitali).

Esistono tre tipologie di carie del legno: bianca, bruna e soffice. Il continuo avanzamento in campo tecnologico consente oggi di svolgere una serie di approfondimenti, verificare la presenza di alterazione e di identificare la specie fungina che ne è la causa. Vediamo insieme i principali metodi di prevenzione, controllo e lotta.

Blastomyces dermatitidis

Blastomyces dermatitidis

Il Blastomyces dermatitidis è un ascomicete che si trova nell’ambiente ed è responsabile della malattia chiamata blastomicosi. Essa colpisce soprattutto i polmoni ma, in caso di immunosoppressione, può diffondersi in vari distretti dell’organismo e risultare fatale

Sclerotinia sclerotiorum

Sclerotinia sclerotiorum

La Sclerotinia sclerotiorum è un fungo fitopatogeno responsabile della muffa bianca su una grande quantità di piante. Forma gli sclerozi, che raffigurano strutture importanti per il ciclo vitale e l’infettività

Fusarium verticillioides

Fusarium verticillioides – scheda micologica ed approfondimenti. Caratteristiche, filogenesi, morfologia delle colonie, patogenesi, metodi di identificazione e terapia