Latte di cammello, fonte di più probiotici, anti-patogeni

Condividi l'articolo di Microbiologia Italia:

Non bastano mai, i probiotici, soprattutto quando spiccatamente anti-patogeni. Questa volta, la nuova scorta, si cela nel latte di cammello.

Condividi l'articolo di Microbiologia Italia:

Elicitori algali: riducono proliferazioni microbiche e tumorali

Condividi l'articolo di Microbiologia Italia:

Nella lotta al cancro così come nella costante sfida lanciata da batteri e funghi al regno animale, si profila sempre più nitidamente la necessità di passare dalla chimica alla biochimica vegetale. Non più armi, dunque, ma modulatori. Come dire, dai trattamenti farmacologici agli elicitori vegetali. Tutto, pur di garantirci una fonte rinnovabile di molecole naturali … Leggi tutto

Condividi l'articolo di Microbiologia Italia:

Enterotossina non emolitica di Bacillus cereus: apripista per screening più rapidi

Condividi l'articolo di Microbiologia Italia:

Le tossinfezioni alimentari sono un pericolo costante e silenzioso, nascosto nei piatti più succulenti, sia in casa che fuori. La preparazione dei cibi non è, infatti, affare da poco. Come la loro successiva conservazione. Errori ed intempestività posso trasformare le pietanze in bocconi avvelenati. Il Bacillus cereus, per esempio, produce, tra le altre, una enterotossina … Leggi tutto

Condividi l'articolo di Microbiologia Italia:

Plastisfera: mina biologica vagante

Condividi l'articolo di Microbiologia Italia:

I rifiuti plastici dispersi in mare contengono composti chimici tossici, derivanti dal processo di fabbricazione e possono assorbire altri contaminanti organici persistenti, presenti nell’acqua di mare. Poco tempo dopo essere arrivato in mare, il rifiuto di plastica è ricoperto da una fine pellicola organica (biofilm) composta da alghe unicellulari, batteri, invertebrati microscopici o virus. Questo vero e proprio ecosistema in miniatura, chiamato “Plastisfera”, può anche contenere batteri del genere Vibrio, agenti patogeni per l’uomo e per gli animali superiori. La Plastisfera potrebbe anche servire da supporto galleggiante per la fioritura di alghe tossiche.

Condividi l'articolo di Microbiologia Italia: