Chromobacterium violaceum

Caratteristiche Chromobacterium violaceum è un coccobacillo Gram-negativo, facoltativo anaerobico, non sporigeno. Deve il suo nome alla produzione di violaceina, un pigmento antiossidante che protegge l’organismo dallo stress ossidativo. Il genoma completo di C. violaceum è costituito da un singolo cromosoma circolare di 4.751.080 bp con un contenuto medio di G+C del 64,83%. Presenta 4.431 ORF … Leggi tutto

Chlamydophila pneumoniae

Caratteristiche Chlamydophila pneumoniae è un batterio gram negativo appartenente al genere Chlamydia caratterizzato da proliferazione intracellulare obbligata, che attacca le mucose del tratto respiratorio. Le clamidie contengono DNA, RNA e ribosomi e sono pertanto in grado di sintetizzare proteine ed acidi nucleici. Tuttavia dipendono dalla cellula ospite per tre dei loro quattro nucleosidi trifosfato e … Leggi tutto

Bacillus subtilis

Caratteristiche Bacillus subtilis, conosciuto anche come bacillo del fieno o dei pascoli, è un batterio gram positivo appartenente al genere Bacillus. Tale batterio, comunemente presente nel suolo, non è un patogeno umano, infatti, anche se è in grado di degradare, contaminare e modificare gli alimenti, raramente causa intossicazione alimentare. Parliamo, inoltre, di un microorganismo notevolmente … Leggi tutto

Fusobacterium nucleatum e complicanze della gravidanza

Fusobacterium nucleatum: un componente del microbioma orale Fusobacterium nucleatum (Figura 1) è un batterio anaerobio Gram negativo che fa parte del nostro microbioma orale. E’ considerato un microrganismo molto importante sia per la sua abbondanza sia per la sua capacità di aggregarsi ad altre specie batteriche della cavità orale. Questo batterio è, però, associato anche … Leggi tutto

Salinibacter ruber e le acque rosa del lago Hillier

Chi ha detto che il colore dell’acqua è imprescindibilmente blu? Difatti, quello che potrebbe sembrare a prima vista un effetto ottico, si è rivelata opera di un particolare batterio: il Salinibacter ruber.  L’Australia è sempre stata uno dei continenti più selvaggi e particolari del mondo. Dal punto di vista naturalistico ha sempre affascinato gli appassionati di viaggio. … Leggi tutto

Infezione da Escherichia coli e pericolo in gravidanza

In un precedente articolo si era già parlato di Escherichia coli e del meccanismo tramite il quale può causare effetti collaterali; purtroppo, però, un nuovo studio dimostra come questo batterio, in particolare la sua tossina Shiga, possa essere responsabile di aborto o di parto prematuro nella donna in gravidanza. Scopriamo il meccanismo nell’articolo Shiga, la … Leggi tutto

Vibrio vulnificus e sushi: è veramente così rischioso mangiarlo?

Negli ultimi mesi probabilmente sarà cresciuto il terrore nel mangiare sushi, dopo la notizia dell’amputazione della mano al signore che lo aveva mangiato. La causa è il Vibrio vulnificus ed in questo articolo verrà presentato. Il caso sushi infetto in Corea La notizia è stata diffusa dal New England Journal of Medicine, l’uomo che è … Leggi tutto

Legionella: è allarme in Nord Italia

Da recenti notizie si è appreso che ci sono state numerose persone colpite da legionellosi – 46 casi a Bresso – causata dal batterio Legionella. La persistenza e la velocità di trasmissione del batterio ha causato la morte di tre individui già originariamente debilitati a causa dell’età. Quest’ultimo fatto ha scatenato l’allarme nelle città limitrofe … Leggi tutto

La degradazione della plastica PET da parte di Ideonella sakaiensis

Il batterio Ideonella sakaiensis degrada il polietilene tereftalato (PET) normalmente utilizzato nella costruzione di bottiglie e contenitori di plastica.  Il polietilene tereftalato (PET) è un polimero termoplastico utilizzato per produrre fibre sintetiche e per costruire contenitori per cibi e per bevande data la sua compatibilità al contatto con gli alimenti sancita dal Regolamento (UE) n. 10/2011 … Leggi tutto

Legionella: un nemico invisibile e a volte letale

Le prime notizie risalgono al lontano 1976 in quel di Philadelphia. Durante un raduno di veterani del Vietnam, in 220 si ammalarono e ben 34 morirono. La causa inizialmente non fu certa, ma mediante successive analisi e ricerche fu chiaro che a uccidere decine di persone era stato un batterio: Legionella (Fig.1). Legionella è un … Leggi tutto