Biorisanamento: vantaggi, svantaggi e caratteristiche

Il biorisanamento è un insieme di tecnologie di bonifica basate sull’azione di microrganismi naturalmente presenti nell’ambiente, anche se inquinato, che opportunamente stimolati riescono a degradare e detossificare le sostanze inquinanti, che vengono utilizzate come fonte di nutrimento o rese innocue.

Biomasse: il potenziale della loro conversione

Con il termine biomassa si indica generalmente un insieme di organismi animali o vegetali presenti in una certa quantità in un dato ambiente. Esse sono particolarmente importanti in due diversi campi: quello ecologico e quello delle energie rinnovabili, dove rappresentano una fonte di energia di origine biotica.

Euplotes nei processi di bonifica delle aree contaminate (video)

Il curioso ciliato nel video di cui sotto è appartenente al genere Euplotes ed è caratterizzato dalla presenza di un gran numero di organuli, molto simili a peli (chiamati ciglia), che utilizza per spostarsi, nuotare e mangiare.

I ciliati si trovano generalmente nelle zone in cui c’è acqua, anche in quelle contaminate da metalli pesanti come piombo e cromo; è stato infatti osservato come gli Euplotes siano in grado di assorbire attivamente tali composti.

Proprio per via di questa particolare capacità di assorbimento e stabilizzazione dei metalli pesanti, sono stati avviati numerosi studi per cercare di utilizzare gli Euplotes nei processi di bonifica delle aree contaminate.