Le tetracicline

Le tetracicline sono un vasto gruppo di farmaci antibatterici inibitori della sintesi proteica, efficaci contro i batteri Gram-positivi, Gram-negativi aerobi e anaerobi, contro brucelle e diarree causate da Escherichia coli. Inoltre, esse sono attive nei confronti di alcuni microorganismi resistenti agli antibiotici che agiscono sulla parete cellulare batterica, quali le rickettsie, le clamidie, i micoplasmi e i fitoplasmi. L’azione farmacologica delle tetracicline è di tipo batteriostatico e si esplica attraverso l’inibizione della sintesi proteica dei batteri sensibili tramite il legame specifico e reversibile alla subunità 30Snribosomiale. La conseguenza è il blocco dell’entrata dell’aminoacil t-RNA nel sito acceleratore, presente nel complesso mRNA-ribosoma e, quindi, l’arresto dell’allungamento della catena peptidica.

Brucellosi

La brucellosi è una zoonosi, cioè una malattia che può trasmettersi dagli animali all’uomo, causata da batteri appartenenti al genere Brucella. Colpisce diverse specie animali, fra cui mucche, pecore, capre, cervi, maiali e cani. Tale malattia rappresenta un importante problema di sanità pubblica per le infezioni umane ed è causa di gravi danni economici, particolarmente nelle … Leggi tutto

Brucella abortus

Caratteristiche Brucella abortus (Fig.1) è un batterio gram negativo appartenente alla famiglia delle Brucellaceae. Parliamo di organismi chemioorganotrofi aerobici comprendenti varie specie, di cui quattro patogene per l’uomo: Brucella abortus B. melitensis B. suis B. canis Queste differiscono dal punto di vista sierologico per la diversa concentrazione dei due principali determinanti antigenici di membrana: M … Leggi tutto

Brucellosi: Zoonosi da tener sotto controllo.

ZOONOSI: infezioni o malattie che possono essere trasmesse direttamente o indirettamente tra gli animali e l’uomo ( EFSA). Cocco-bacilli gram-negativi isolati dal medico scozzese David Bruce, le Brucelle, si ipotizza siano state la causa di una febbre altalenante che colpì l’imperatore francesce Napoleone. Dopo la morte dell’imperatore, dall’autopsia emerse una quantità elevata di arsenico che portò … Leggi tutto