La Campylobatteriosi puo’ compromettere la crescita infantile

Eziopatologia della Campylobatteriosi Gli autori di un nuovo studio pubblicato su SciDev.Net affermano che l’infezione gastrointestinale da Campylobacter (Campylobatteriosi) può influenzare la crescita dei bambini che vivono nelle strade dei centri urbani del Bangladesh. I batteri appartenenti al genere Campylobacter sono universalmente conosciuti come tra i più comuni agenti responsabili di enterite e gastroenterite nell’uomo, … Leggi tutto

Campylobacter jejuni

Il genere Campylobacter comprende 17 specie e 6 subspecie, tra le quali C. jejuni, C. coli e C. fetus rivestono un ruolo rilevante nell’area della Microbiologia Clinica e delle Malattie Infettive per l’alta incidenza di infezioni che causano. Sono patogeni associati soprattutto a quadri clinici gastrointestinali, piú raramente a batteremia, epatite, pancreatite etc. Tra le specie del genere Campylobacter sp, l’elevata incidenza delle infezioni a livello globale, la durata dei sintomi e le possibili complicazioni e secuele (sindrome Guillain-Barré) fanno del Campylobacter jejuni il maggior rappresentante e un patogeno di sempre maggiore importanza clinica.

Superbug vs antibiotici: il resoconto di guerra del 2019

La battaglia infinita contro i Superbug La ricerca medica si mobilita da sempre nell’analisi e nella cura di malattie dovute ad infezioni da microorganismi: batteri, virus, parassiti e funghi. Nonostante le grandi scoperte nel campo e la conoscenza della maggior parte dei patogeni ed i loro meccanismi, la sicurezza mondiale viene costantemente minata dalla capacità … Leggi tutto

Plastisfera: mina biologica vagante

I rifiuti plastici dispersi in mare contengono composti chimici tossici, derivanti dal processo di fabbricazione e possono assorbire altri contaminanti organici persistenti, presenti nell’acqua di mare. Poco tempo dopo essere arrivato in mare, il rifiuto di plastica è ricoperto da una fine pellicola organica (biofilm) composta da alghe unicellulari, batteri, invertebrati microscopici o virus. Questo vero e proprio ecosistema in miniatura, chiamato “Plastisfera”, può anche contenere batteri del genere Vibrio, agenti patogeni per l’uomo e per gli animali superiori. La Plastisfera potrebbe anche servire da supporto galleggiante per la fioritura di alghe tossiche.

Sashimi di pollo: vale la pena rischiare?

Negli ultimi anni il consumo di cibo crudo è in deciso aumento, uno stile alimentare legato al consumo di piatti etnici come sushi e sashimi rappresenta una vera e propria tendenza. Il consumo di pesce crudo non è solo un’usanza importata dall’estero, in molte regioni italiane infatti il “crudo di pesce” è una tradizione consolidata. … Leggi tutto

Particolari batteri nell’intestino possono proteggere da malattie di origine alimentare

Campylobacter è la causa più comune di enteriti batteriche nei paesi sviluppati. Ma a differenza di altri patogeni enterici, i meccanismi utilizzati dall’organismo per provocare malattie sono ancora largamente sconosciute, dice il batteriologo Hilpi Rautelin. “È noto da tempo che il microbiota può proteggere una persona dalla colonizzazione di microrganismi che causano malattie nel tratto … Leggi tutto

Il colore della lingua come indice di malattie

“Una malattia deve venire con una manifestazione del rivestimento della lingua. Il rivestimento è la manifestazione esterna, saldamente corrispondente alla malattia interna, è il primo indizio per i medici per fare una diagnosi: questo non può essere trascurato.” Questo principio appartiene alla medicina tradizionale cinese (MTC), assai diversa dalla medicina moderna, poiché i metodi diagnostici … Leggi tutto