Gomma da Hevea brasiliensis, degradata da un insperato consesso di batteri. In primis, Delftia tsuruhatensis.

Gomma e tsuruhatensis: la fatàl degradazione

L’estratto lattescente era promettente, certo, ma debole agli usi. C’era da lavoraci su. Bisognava irrobustirlo; ottunderlo, d’un’elasticità senza occasione. Così, intercalato da zolfo ed additivi, è divenuto tutto. Tutto il nostro motorizzto civile orizzonte. Oggi, però, invecchiando irriducibile, s’accumula; e grava sul sistema-ambiente che la disconosce. O forse no. L’ultima renitente speranza si chiama Delftia tsuruhatensis. Ed al suo consorzio batterico, forse, l’artefatta gomma interessa.

Fomes fomentarius

Fomes fomentarius

Fomes fomentarius è un basidiomicete saprofita e parassita responsabile della carie bianca del legno. Da esso è possibile ricavare tessuti ecosostenibili per la fabbricazione di borse e scarpe, e inoltre possiede proprietà medicinali

Ceppaia in cui sono visibili le attività di diversi funghi agenti di carie del legno, tra cui Ganoderma sp., visibile in foto [photo: Vanessa Vitali].

Carie del legno (prima parte)

Gli alberi possono essere soggetti all’attacco di funghi agenti di carie del legno. Esistono tre tipi di carie: bianca, bruna e soffice. Scopriamole insieme!