Pomodori: viaggiatori, microbicamente deteriorabili

In Africa, sono sbarcati per interessi asiatici. La Cina, qui, ha impiantato un buon numero di stabilimenti, produttori di concentrato. Così, i pomodori, girano il mondo, e cambiano aspetto, e contenuto. Spesso non per selezione, ma per contaminazione, da organismi deterioranti.

Latte di cammello, fonte di più probiotici, anti-patogeni

Non bastano mai, i probiotici, soprattutto quando spiccatamente anti-patogeni. Questa volta, la nuova scorta, si cela nel latte di cammello.

Ogataea polymorpha, nuova fonte di acido ialuronico?

E’ un lievito, non convenzionale, d’accordo, già solo per classificazione microbiologica, l’Ogataea polymorpha. Chi ne ha sentito parlare, prima d’ora? Eppure è una fucina inestinguibile di vaccini, enzimi, prodotti biofarmaceutici, da circa trent’anni. Oggi, però, potrebbe rivelarsi fondamentale anche nella sintesi indotta di acido ialuronico. Ed il glicosaminoglicano delle meraviglie, non ha certo bisogno di presentazioni.

Rame antimicrobico: le nanoparticelle dal cavolo nero

Le nanotecnologie sono l’espressione più recente della insaziabile ricerca dell’uomo, di soluzioni alle infinite esigenze ed urgenze biologiche. Le nanoparticelle di rame, a funzione antimicrobica ed anticancro, ne sono solo l’ultimo esempio.

FCP: i vegetali pronti, freschi e belli grazie ai batteri

Difensore di salubrità ed appetibilità dei vegetali freschi confezionati, il Lactobacillus rhamnosus. Terreno di scontro microbico, gli FCP.