Methanospirillum hungatei

Condividi l'articolo di Microbiologia Italia:

Methanospirillum hungatei è la specie rappresentativa del genere Methanospirillum. Si tratta di un archea metanogeno e strettamente anerobio.
Questo microrganismo è ubiquitario in natura ed è spesso rilevato negli ecosistemi in cui la sintofia è essenziale. E’ ampiamente utilizzato nel processo di digestione anerobica di rifiuti organici. Nello specifico M.hungatei interviene come membro terminale dell’intero processo attraverso la produzione di metano.

Condividi l'articolo di Microbiologia Italia:

Algicida batterico”intelligente”: saran fatti salvi i pesci?

Condividi l'articolo di Microbiologia Italia:

In un corpo reso fragile, ogni equilibrio è precario. Troppe fioriture algali, troppo tossiche. Ed allora, algicida! Biologico, batterico. Ma privo di effetti collaterali sugli altri incolpevoli organismi marini?

Condividi l'articolo di Microbiologia Italia:

La salvezza delle api attraverso un batterio ingegnerizzato

Condividi l'articolo di Microbiologia Italia:

La funzione delle api e l’impoverimento delle colonie Seppur odiate da molti, le api rivestono ruoli essenziali sia per il benessere umano che di quello di molti ecosistemi. Da ciò nasce l’impellente ricerca di metodi atti a combattere l’impoverimento delle colonie. Una soluzione per la loro salvezza potrebbe risiedere in un batterio ingegnerizzato. Le api … Leggi tutto

Condividi l'articolo di Microbiologia Italia:

Plastisfera: mina biologica vagante

Condividi l'articolo di Microbiologia Italia:

I rifiuti plastici dispersi in mare contengono composti chimici tossici, derivanti dal processo di fabbricazione e possono assorbire altri contaminanti organici persistenti, presenti nell’acqua di mare. Poco tempo dopo essere arrivato in mare, il rifiuto di plastica è ricoperto da una fine pellicola organica (biofilm) composta da alghe unicellulari, batteri, invertebrati microscopici o virus. Questo vero e proprio ecosistema in miniatura, chiamato “Plastisfera”, può anche contenere batteri del genere Vibrio, agenti patogeni per l’uomo e per gli animali superiori. La Plastisfera potrebbe anche servire da supporto galleggiante per la fioritura di alghe tossiche.

Condividi l'articolo di Microbiologia Italia:

Api: microbiota-modello per l’uomo

Condividi l'articolo di Microbiologia Italia:

Alla vigilia del prossimo equinozio di primavera sono in programma svariate giornate dedicate alla sensibilizzazione ambientale. Api, farfalle, coccinelle, passeri cittadini, sono al centro della nostra attenzione. Il focus di ogni evento “verde” è il nostro diretto coinvolgimento nella salute del grande eco-sistema che ci contiene tutti: grandi e infinitesimali esseri viventi. Abitanti della stessa … Leggi tutto

Condividi l'articolo di Microbiologia Italia:

Meccanismi di simbiosi nel tratto gastrointestinale dei vertebrati

Condividi l'articolo di Microbiologia Italia:

La colonizzazione microbica contribuisce all’omeostasi intestinale in una relazione mutualistica dinamica. I vertebrati sono coinvolti in associazioni simbiotiche con una larga e complessa comunitĂ  di microrganismi che colonizzano il loro tratto gastrointestinale. Recenti scoperte hanno investigato i meccanismi di questa simbiosi e come possano questi aver contribuito alla biologia dei vertebrati, sebbene il processo evolutivo che … Leggi tutto

Condividi l'articolo di Microbiologia Italia:

I microscopici becchini dell’ecosistema

Condividi l'articolo di Microbiologia Italia:

Come avvenga il processo di decomposizione dei corpi è ancora non del tutto noto e molti aspetti devono ancora essere chiariti, soprattutto dal punto di vista microbico. La biologa evoluzionista Jessica Metcalf, della University of Colorado a Boulder, ha avviato un esperimento partendo dai cadaveri di alcuni topolini ed ha considerato anche qualche corpo umano, donato … Leggi tutto

Condividi l'articolo di Microbiologia Italia: