Il PAP-test e la colorazione di Papanicolaou

Condividi l'articolo di Microbiologia Italia:

La colorazione di Papanicolaou è alla base del PAP-test: l’esame diagnostico per il tumore del collo dell’utero che prevede una colorazione differenziale su tre livelli per evidenziare alterazioni tissutali.

Condividi l'articolo di Microbiologia Italia:

Colorazione Ematossilina-Eosina

Condividi l'articolo di Microbiologia Italia:

Obiettivo della tecnica La colorazione Ematossilina–Eosina (EE) è la più comune colorazione istologica, utilizzata prevalentemente in microscopia ottica ed applicabile con tutti i metodi fissativi, eccetto quelli che prevedono la presenza di osmio. Questo tipo di colorazione consente di osservare, in chiave prettamente morfologica, un particolare organo o tessuto di un organismo animale. Inoltre, è … Leggi tutto

Condividi l'articolo di Microbiologia Italia:

Microscopia ottica: fasi di allestimento di un campione

Condividi l'articolo di Microbiologia Italia:

La funzione principale del microscopio, sia esso ottico che elettronico, è quella di ingrandire particolari che ad occhio nudo risulterebbero invisibili. Sapete com’è possibile che un organismo o un oggetto possano essere osservati al microscopio? Se la risposta è no, per saperlo, basta leggere quest’articolo, in cui descriveremo le fasi fondamentali affinché un campione di … Leggi tutto

Condividi l'articolo di Microbiologia Italia:

Colorazione negativa per batteri, funghi e protozoi

Condividi l'articolo di Microbiologia Italia:

Obiettivo della tecnica La colorazione in negativo è indicata quando sia necessario osservare microrganismi che non si colorano facilmente, oppure nei casi in cui la colorazione potrebbe alterare la morfologia degli stessi (specialmente laddove la morfologia non sia ancora del tutto nota con certezza). In questa metodica il colorante utilizzato, diversamente da quanto avviene nelle … Leggi tutto

Condividi l'articolo di Microbiologia Italia:

Colorazione di Wright-Giemsa: ricerca di patogeni parassiti nei fluidi corporei

Condividi l'articolo di Microbiologia Italia:

Obiettivo della tecnica La colorazione di Wright-Giemsa viene utilizzata quando bisogna analizzare campioni freschi di fluidi corporei umani o animali quali sangue intero, feci o liquido cerebrospinale, con lo scopo di ricercare alcune specie parassite eventualmente presenti che siano indifferentemente di tipo procariote oppure eucariote. Questa tecnica è infatti molto versatile e viene utilizzata nella … Leggi tutto

Condividi l'articolo di Microbiologia Italia: