Carie del legno (seconda parte)

Condividi l'articolo di Microbiologia Italia:

Esistono tre tipologie di carie del legno: bianca, bruna e soffice. Il continuo avanzamento in campo tecnologico consente oggi di svolgere una serie di approfondimenti, verificare la presenza di alterazione e di identificare la specie fungina che ne è la causa. Vediamo insieme i principali metodi di prevenzione, controllo e lotta.

Condividi l'articolo di Microbiologia Italia:

Trametes versicolor

Condividi l'articolo di Microbiologia Italia:

Il Trametes versicolor è un fungo saprofita e medicinale dotato di multiple proprietà benefiche per l’organismo. Da esso è possibile ricavare il farmaco Krestin, usato in Giappone per la terapia dei tumori

Condividi l'articolo di Microbiologia Italia:

Carie del legno (prima parte)

Condividi l'articolo di Microbiologia Italia:

Gli alberi possono essere soggetti all’attacco di funghi agenti di carie del legno. Esistono tre tipi di carie: bianca, bruna e soffice. Scopriamole insieme!

Condividi l'articolo di Microbiologia Italia:

Ganoderma lucidum

Condividi l'articolo di Microbiologia Italia:

Il Ganoderma lucidum o Reishi è un micete saprofita contenente una miriade di composti bioattivi che lo rendono un eccellente fungo medicinale. Può essere usato come integratore ed è molto conosciuto in Cina e in Giappone, dove è considerato il fungo dell’immortalità

Condividi l'articolo di Microbiologia Italia:

Marciume radicale fibroso

Condividi l'articolo di Microbiologia Italia:

Il marciume radicale fibroso è una delle fitopatie fungine che portano maggior preoccupazione per le piante arboree, causato da Armillaria sp.

Condividi l'articolo di Microbiologia Italia:

I licheni

Condividi l'articolo di Microbiologia Italia:

I licheni sono organismi cosmopoliti e si sviluppano negli ambienti più diversificati in relazione a specifiche caratteristiche. Sono l’espressione di una simbiosi di grande successo tra il micobionte ed il fotobionte. Sono longevi, possono essere plurisecolari e la loro crescita è condizionata da specifiche caratteristiche chimiche e fisiche del substrato. Sono considerati dei veri e propri indicatori della qualità biologica perché la loro assenza è indice di degrado.

Condividi l'articolo di Microbiologia Italia:

Armillaria mellea e il marciume radicale fibroso

Condividi l'articolo di Microbiologia Italia:

Armillaria mellea è l’agente patogno del marciume radicale fibroso, patologia che colpisce numerose specie vegetali causandone la precoce moria.

Condividi l'articolo di Microbiologia Italia:

Visual Tree Assessment (VTA)

Condividi l'articolo di Microbiologia Italia:

Visual Tree Assessment: di cosa si tratta? Il Visual Tree Assessment (VTA) è un metodo d’indagine utilizzato da agronomi e tecnici specializzati per la valutazione delle condizioni strutturali di un albero. Una pianta in cattive condizioni può essere, infatti, considerata pericolosa per le cose e le persone che vi stanno intorno. Le cause determinanti la … Leggi tutto

Condividi l'articolo di Microbiologia Italia:

Ergosterolo: biomarcatore di spore fungine

Condividi l'articolo di Microbiologia Italia:

I Funghi sono organismi viventi unicellulari e pluricellulari, che si nutrono di materiale organico in decomposizione (saprofiti) o delle sostanze nutritive sottratte ad altri organismi (parassiti). Essi costituiscono un Regno a sé stante, non appartenendo al Regno Vegetale, e sono suddivisi in divisioni, classi, sottoclassi, ordini, famiglie, generi, specie. In effetti, dal punto di vista … Leggi tutto

Condividi l'articolo di Microbiologia Italia:

Laccasi e sicurezza alimentare: un enzima per degradare l’Aflatossina B1

Condividi l'articolo di Microbiologia Italia:

L’industria alimentare e le micotossine Le derrate alimentari di origine vegetale sono costituite soprattutto da semi e dai loro derivati. Realizzare un efficace controllo lungo l’intero processo di lavorazione è indispensabile per l’industria alimentare, ed è necessario per compiere un decisivo progresso nella produzione. Tra i fattori di rischio da tenere in considerazione, il principale … Leggi tutto

Condividi l'articolo di Microbiologia Italia: