Identikit farmaceutico sulle Statine: E’ giusto demonizzarle?

Condividi l'articolo di Microbiologia Italia:

Generalità, storia e sviluppo delle statine Questa classe di farmaci da un punto di vista chimico sono degli inibitori dell’enzima HMG CoA reduttasi che porta alla trasformazione dell’HMG CoA ad acido mevalonico (tappa fondamentale per la biosintesi del colesterolo).Tutti i farmaci appartenenti a questa classe agiscono con questo meccanismo d’azione ma la principale differenza sta … Leggi tutto

Condividi l'articolo di Microbiologia Italia:

Adalimumab: Il farmaco più venduto al mondo

Condividi l'articolo di Microbiologia Italia:

Generalità Inibitori citochine Nelle patologie infiammatorie come l’artrite reumatoide, la spondilite anchilosante o morbo di Chron, si riscontrano spesso alterati livelli di citochine proinfiammatorie. Questo fattore causa un’alterata risposta da parte dei leucociti deputati a difendere il nostro organismo come linfociti T helper di tipo 1 e regolatori (Treg). Una delle citochine proinfiammatorie maggiormente riscontrate … Leggi tutto

Condividi l'articolo di Microbiologia Italia:

Perchè l’amitriptilina non è la prima scelta?

Condividi l'articolo di Microbiologia Italia:

L’amitriptilina è un farmaco antidepressivo appartenente alla categoria dei TCA. In questo articolo verrà trattato il suo meccanismo d’azione, le principali interazioni ed i suoi effetti collaterali.

Condividi l'articolo di Microbiologia Italia:

Orlistat aka Xenical, Alli o Beacita: mai sentito?

Condividi l'articolo di Microbiologia Italia:

Oggi parliamo di trattamento farmacologico dell’obesità.
L’obesità è una patologia multifattoriale e la sua principale terapia risulta essere mirata ad una riduzione dell’introito calorico, supporto psicologico e terapia farmacologica.
L’orlistat è usato per la cura dell’obesità ed è disponibile anche come farmaco da banco. In questo articolo verrà trattato il meccanismo d’azione della molecola, i suoi effetti collaterali e le applicazioni terapeutiche.

Condividi l'articolo di Microbiologia Italia: