Ureasi microbiche: dai suoli d’Etiopia, enzimi versatili

L’Etiopia, è terra di fratture, tra porzioni di crosta terrestre, ed umane fazioni, eternamente divise da genìe ed ingordigie.
Ma i suoli, tanto offesi e contesi, sono forzieri di memorie fossili e di brulicante vita microbica. I batteri produttori di enzimi, le ureasi, una volta temute ed oggi anelate, infatti, sono solo l’ultimo dono del vecchio continente, pregno e prodigo.

Urea broth base (“Terreno di Christensen”)

Perchè si usa? L’urea broth base è un terreno di coltura liquido utilizzato per la determinazione della presenza o meno dell’enzima ureasi (urea amidoidrolasi), nonchè quale ausilio per la differenziazione dei membri della famiglia delle Enterobacteriaceae (bacilli gram negativi a cui appartiene anche il ben noto Escherichia coli). Oltre che per fini d’identificazione biochimica e … Leggi tutto