Meccanismi di riparazione dei danni al DNA

Condividi l'articolo di Microbiologia Italia:

La cellula ha sviluppato dei meccanismi di riparazione dei danni al DNA, in modo da impedirne le mutazioni.

Condividi l'articolo di Microbiologia Italia:

Nanocorpi da lama e “nanotopi” contro le varianti di Sars-Cov-2

Condividi l'articolo di Microbiologia Italia:

Grazie alla campagna vaccinale e al caldo di questi giorni, la pandemia Covid-19 continua a perdere terreno, tanto che già dalla settimana scorsa tutta l’Italia è in zona bianca e ha detto addio – o forse arrivederci – alle mascherine all’aperto. Ma non è un “liberi tutti”, ribadiscono gli scienziati. Sars-Cov-2 è ancora in circolazione … Leggi tutto

Condividi l'articolo di Microbiologia Italia:

I virus dell’influenza aviaria: una minaccia moderna

Condividi l'articolo di Microbiologia Italia:

Influenza aviaria: storia e caratteristiche generali. Il problema dei riassortimenti genetici, la minaccia dei nuovi ceppi.

Condividi l'articolo di Microbiologia Italia:

Sulfolobus acidocaldarius

Condividi l'articolo di Microbiologia Italia:

Sulfolobus acidocaldarius è un microrganismo termoacidofilo e strettamente aerobio appartenente al dominio degli Archea e al phylum dei Crenarchaeota. In virtù di alcune somiglianze con gli eucarioti, è spesso utilizzato come modello per studi di Biologia Molecolare. Nonostante prediliga vivere in ambienti estremamente caldi, che potrebbero minare la sua integrità genomica, mostra un tasso di mutazione estremamente basso. Questo è reso possibile grazie alla presenza di rapidi ed efficienti sistemi di riparo del DNA. Sulfolobus acidocaldarius possiede peculiari caratteristiche,tra cui la capacità di secernere microvescicole ,che rappresentano validi strumenti da utilizzare per applicazioni biotecnologiche.

Condividi l'articolo di Microbiologia Italia:

Agenti che modificano il DNA: i mutageni chimici, fisici e biologici

Condividi l'articolo di Microbiologia Italia:

Gli agenti mutageni sono tutte quelle sostanze che inducono mutazioni o alterazioni genetiche. possono essere chimici, fisici o biologici e portare alla formazione di tumori.

Condividi l'articolo di Microbiologia Italia:

Antibiotico-resistenza: mutazione frameshift in Mycobacterium tubercolosis

Condividi l'articolo di Microbiologia Italia:

La piaga dell’antibiotico-resistenza L’antibiotico-resistenza rappresenta al giorno d’oggi un vero e proprio problema per la sanità pubblica. L’uso spropositato di antibiotici, infatti, aumenta la pressione selettiva favorendo la diffusione dei ceppi resistenti e consentendo lo sviluppo del fenomeno conosciuto come multidrug-resistance, resistenza multi farmaco (MDR). Risulta quindi necessario studiare i meccanismi con i quali i … Leggi tutto

Condividi l'articolo di Microbiologia Italia:

Plague inc.: il perché delle infezioni (II parte)

Condividi l'articolo di Microbiologia Italia:

Nella I parte dell’articolo abbiamo posto l’attenzione su tutte quelle che sono le diverse variabili in grado di condizionare il processo di diffusione delle malattie infettive. Riassumendo possiamo dire che, fra tutte, quelle che sicuramente influiscono maggiormente sulla possibilità di un contagio sono la recettività del soggetto infetto, gli attributi dell’agente patogeno e le modalità … Leggi tutto

Condividi l'articolo di Microbiologia Italia:

Il genoma batterico: generalità

Condividi l'articolo di Microbiologia Italia:

Il termine nucleoide (derivante da  nucleo con il suffisso  –oide, simile al nucleo) indica la regione della cellula procariotica che contiene il materiale genetico. Il genoma batterico comprende generalmente un unico (il corredo cromosomico dei batteri è aploide) cromosoma circolare (in Streptomyces coelicolor e Borrelia burgdorferi è stato osservato un unico cromosoma lineare), che contiene … Leggi tutto

Condividi l'articolo di Microbiologia Italia:

Fibrosi cistica: i batteriofagi alla base della resistenza antibiotica

Condividi l'articolo di Microbiologia Italia:

La fibrosi cistica (FC) è una malattia genetica rara e molto diffusa. È una patologia che colpisce soprattutto l’apparato digerente e quello respiratorio e che viene definita “multiorgano”.  Tra i sintomi connessi alla malattia i più frequenti riguardano il tessuto polmonare, in particolare sono la persistenza dell’infezione e le infiammazioni degenerative a causare il deterioramento progressivo del … Leggi tutto

Condividi l'articolo di Microbiologia Italia: