Rame antimicrobico: le nanoparticelle dal cavolo nero

Condividi l'articolo di Microbiologia Italia:

Le nanotecnologie sono l’espressione più recente della insaziabile ricerca dell’uomo, di soluzioni alle infinite esigenze ed urgenze biologiche. Le nanoparticelle di rame, a funzione antimicrobica ed anticancro, ne sono solo l’ultimo esempio.

Condividi l'articolo di Microbiologia Italia:

Artemisinina e malaria: un Nobel per la Cina

Condividi l'articolo di Microbiologia Italia:

In controtendenza alla dittatura culturale in Cina negli anni ’60, Youyou Tu venne posta a capo di uno dei gruppi di ricerca per la malaria. Donna, farmacista e, in seguito, premio Nobel per la medicina, questa ricercatrice scoprì uno dei principi attivi fitoterapici più utilizzati nel trattamento dei plasmodi multiresistenti: l’artemisinina.  ‘Il lavoro era la … Leggi tutto

Condividi l'articolo di Microbiologia Italia:

Virus Zika: non esistono vaccini ma le nanotecnologie ci danno una mano

Condividi l'articolo di Microbiologia Italia:

Il virus Zika (ZIKV) è un virus a RNA della famiglia Flvaviviridae, isolato per la prima volta nel 1974 su un primate in Uganda, nella Foresta Zika. E’ simile al virus della febbre gialla, della dengue, dell’encefalite giapponese e dell’encefalite del Nilo Occidentale, e nell’uomo causa una malattia definita febbre Zika. Nelle donne gravide si … Leggi tutto

Condividi l'articolo di Microbiologia Italia:

Nanobatteri: realtà o finzione?

Condividi l'articolo di Microbiologia Italia:

I nanobatteri hanno suscitato molti dibattiti e controversie. La comunità scientifica si è infatti divisa sulla possibilità che queste nano-forme di vita esistano realmente. Troppo piccoli per essere vivi per alcuni scienziati, responsabili però di numerose malattie infettive e della formazione di calcificazioni patologiche (ad esempio, calcoli renali, placche vascolari, calcoli dentali) per altri studiosi. … Leggi tutto

Condividi l'articolo di Microbiologia Italia: