Ruxolitinib: dall’esperienza dell’ematologia italiana una possibile soluzione alla temibile polmonite COVID-19

All’ospedale di Livorno dal 24 marzo scorso è iniziata la sperimentazione di Ruxolitinib, un farmaco che ha risparmiato l’intubazione a diversi pazienti, migliorando le condizioni cliniche già dopo 24-48h dall’assunzione. Scopriamo insieme i dettagli dell’intuizione del Primario di Ematologia dell’Ospedale di Livorno Dottor Enrico Capochiani.

I PRRs riconoscono i PAMPs: come inizia la risposta immunitaria nell’uomo

I batteri patogeni possiedono molte strutture molecolari che vengono riconosciute da specifici recettori presenti nella cellula eucariotica. Il legame, che avviene quando il microrganismo patogeno colonizza ed infetta la cellula eucariotica, tra i motivi molecolari propri della cellula batterica ed i recettori eucariotici dà inizio alla risposta immunitaria innata. I batteri possiedono complessi molecolari peculiari che mostrano un elevato grado di conservazioni tra molte specie microbiche. Tra le molecole proprie del mondo batterico … Leggi tutto