clamidia

Clamidiosi

La clamidia è una malattia infettiva molto diffusa, L’agente causale è il batterio Chlamydia trachomatis, che si trasmette generalmente attraverso rapporti sessuali vaginali, anali e orali non protetti, ma è possibile anche il contagio materno-fetale. Nella grande maggioranza dei casi, la clamidia è asintomatica o produce sintomi vaghi; nelle donne, la clamidia può essere segnalata da perdite vaginali. Negli uomini, invece, l’infezione interessare l’epididimo, causando dolore testicolare, febbre, secrezioni dal pene e prurito. La terapia è antibiotica

Peronoscora su foglia di vite, vigneto in Chianti

Plasmopara viticola: l’agente eziologico della peronospora della vite

Plasmopara viticola (Berk. e Curt.) Berl. e De Toni è un patogeno policiclico e parassita obbligato, agente eziologico della peronospora della vite (Figura 1); quest’ultima è una delle malattie più diffuse e distruttive che affligge specie del genere Vitis.
Il suo controllo è fondamentale per evitare ingenti perdite di produzione.

Immagine rappresentativa delle scarse condizioni igieniche nei bassifondi di Londra nel 1852

Colera

Caratteristiche della patologia Il colera è un’infezione diarroica acuta causata dall’ingestione di cibo o acqua contaminati da un particolare batterio Gram …

Leggi tutto