Schistocephalus solidus, il parassita dello spinarello

Schistocephalus solidus è l’ennesimo parassita dei pesci. Questo in particolare non interessa l’uomo nel suo ciclo vitale, ma ha comunque la sua bella quantità di ospiti: crostacei, uccelli e pesci. Introduzione Schistcephalus solidus (Fig.1) è un Platelminta Cestode dell’ordine Pseudophyllidea, che parassita i crostacei, i pesci e gli uccelli ittiofagi d’acqua dolce. Ciclo vitale Il ciclo vitale (Fig.2) di S. … Leggi tutto

Dipylidium caninum: la tenia del cane

Dipylidium caninum, a dispetto del nome, è la tenia più comune non solo nei canidi ma anche nei felidi. Diffusa in tutto il mondo, essa può accidentalmente infettare anche l’uomo. Introduzione Dipylidium caninum nota anche come tenia del cane (Fig.1) è un Cestode parassita di canidi, felidi e raramente anche dell’uomo. Questo Platelminta raggiunge il suo ospite definitivo … Leggi tutto

Il vostro gatto mangia pesce di fiume? occhio a Opisthorchis felineus

Il parassita che vi presento questa settimana è Opistorchis felineus, un trematode. Parassita di gasteropodi, pesci d’acqua dolce e mammiferi, è la causa dell’opistorchiasi, una malattia che può interessare anche l’essere umano. Opisthorchis felineus (Fig.1) è un trematode parassita di molluschi gasteropodi, pesci della famiglia Cyprinidae e mammiferi (soprattutto i gatti), causa della patologia nota come … Leggi tutto

A me gli occhi! Il parassita Leucochloridium paradoxum

Anche le chiocciole hanno i loro problemi. Oggi vi parlerò di Leucochloridium paradoxum, un platelminta parassita della famiglia Succineidae, uno di quelli che non vorremmo mai fosse tra i parassiti umani. Introduzione Leucochloridium paradoxum è un platelminta appartenente alla classe Trematoda che parassita le chiocciole della famiglia Succineidae (Fig.1) e uccelli passeriformi (passeri, cardellini, fringuelli, cince, … Leggi tutto

Fasciola hepatica: il parassita del fegato

Fasciola hepatica è un parassita che, come dice il nome, si localizza nel fegato. Dalla forma piuttosto singolare, nel 1702 viene definito in un trattato di medicina cinese “un verme del fegato che sembra una mandorla sbucciata”. Nonostante un’infezione da parte sua possa provocare conseguenze piuttosto gravi, è generalmente curabile una volta scoperto. Introduzione Fasciola … Leggi tutto