Ogataea polymorpha, nuova fonte di acido ialuronico?

Condividi l'articolo di Microbiologia Italia:

E’ un lievito, non convenzionale, d’accordo, già solo per classificazione microbiologica, l’Ogataea polymorpha. Chi ne ha sentito parlare, prima d’ora? Eppure è una fucina inestinguibile di vaccini, enzimi, prodotti biofarmaceutici, da circa trent’anni. Oggi, però, potrebbe rivelarsi fondamentale anche nella sintesi indotta di acido ialuronico. Ed il glicosaminoglicano delle meraviglie, non ha certo bisogno di presentazioni.

Condividi l'articolo di Microbiologia Italia:

La cantina come nicchia ecologica di Saccharomyces cerevisiae

Condividi l'articolo di Microbiologia Italia:

Tra ipotesi e certezze: l’esistenza di un ciclo di Saccharomyces cerevisiae all’interno della cantina Come ben tutti sanno, il vino è una bevanda alcolica fermentata e il processo di trasformazione degli zuccheri in etanolo avviene a carico di microrganismi, i quali sono capaci di demolire tali molecole organiche per dar vita a composti inediti e … Leggi tutto

Condividi l'articolo di Microbiologia Italia:

Candida albicans

Condividi l'articolo di Microbiologia Italia:

CARATTERISTICHE Candida albicans è un fungo dimorfo appartenente alla famiglia dei Saccaromiceti. Si tratta di un patogeno opportunista, un residente commensale e innocuo che incontriamo in almeno il 50% della popolazione umana. Si ritrova prevalentemente nel cavo orale, nel tratto gastro-intestinale e a livello vaginale. In presenza di determinate condizioni predisponenti, peró, C. albicans è … Leggi tutto

Condividi l'articolo di Microbiologia Italia: