Lieviti non-Saccharomyces: un’inversione di tendenza in ambito enologico

Condividi l'articolo di Microbiologia Italia:

Introduzione La millenaria storia del vino, bevanda alcolica che ha accompagnato lo sviluppo culturale e gastronomico di popolazioni antiche, moderne e contemporanee, racconta di un lento ma progressivo miglioramento delle tecnologie di trasformazione della materia prima, sulla base di conoscenze man mano acquisite e fieramente tramandate di generazione in generazione. Negli ultimi due secoli, con … Leggi tutto

Condividi l'articolo di Microbiologia Italia:

Corredo aromatico dei vini: i prodotti secondari del metabolismo dei lieviti

Condividi l'articolo di Microbiologia Italia:

La fermentazione del mosto d’uva Non tutti sanno che nel mosto d’uva l’etanolo non è il solo prodotto dell’azione dei lieviti. La fermentazione alcolica, conosciuta da tutti come il principale processo metabolico che si verifica nel mosto d’uva dopo le operazioni preliminari, costituisce senza dubbio la base tecnologica del processo di vinificazione da cui originano … Leggi tutto

Condividi l'articolo di Microbiologia Italia:

Polifenoli e Saccharomyces: profumo…di vino

Condividi l'articolo di Microbiologia Italia:

Il vino è il prodotto della bio-trasformazione del mosto d’uva attraverso una complessitĂ  di fattori e specie microbiche presenti nell’ambiente vinicolo, a partire dall’acino. Saccharomyces cerevisiae è uno dei lieviti piĂą studiati nella microbiologia alimentare e ricopre un ruolo primario sia nella fermentazione alcolica che nella stabilizzazione delle molecole che caratterizzano potere antiossidante e aroma del … Leggi tutto

Condividi l'articolo di Microbiologia Italia: