Il simbionte di un afide, asso nella manica contro la vespa parassita

Condividi l'articolo di Microbiologia Italia:

La simbiosi fra l’endosimbionte Hamiltonella defensa e l’afide Acyrthosiphon pisum rappresenta per il minuscolo insetto un sorprendente modo per difendersi dalla morte ad opera di una vespa parassita. Un esempio ben chiaro della notissima “Ipotesi della Regina Rossa”.

Condividi l'articolo di Microbiologia Italia:

I licheni

Condividi l'articolo di Microbiologia Italia:

I licheni sono organismi cosmopoliti e si sviluppano negli ambienti più diversificati in relazione a specifiche caratteristiche. Sono l’espressione di una simbiosi di grande successo tra il micobionte ed il fotobionte. Sono longevi, possono essere plurisecolari e la loro crescita è condizionata da specifiche caratteristiche chimiche e fisiche del substrato. Sono considerati dei veri e propri indicatori della qualità biologica perché la loro assenza è indice di degrado.

Condividi l'articolo di Microbiologia Italia:

Steinernema carpocapsae

Condividi l'articolo di Microbiologia Italia:

Lo Steinernema carpocapsae è un nematode che parassita gli insetti del suolo, prolifera al loro interno fino ad ucciderli (entomopatogeno). Data questa caratteristica, viene impiegato come biopesticida in agricoltura

Condividi l'articolo di Microbiologia Italia:

Le micorrize: un esempio di interazione positiva tra piante e funghi

Condividi l'articolo di Microbiologia Italia:

Le micorrize sono simbiosi mutualistiche tra funghi e radici delle piante. La relazione si basa sullo scambio di nutrienti fondamentali per i due organismi, permettendo così la crescita e lo sviluppo di entrambi. Sono fondamentali in molti ambienti e sono utilizzate in agricoltura.

Condividi l'articolo di Microbiologia Italia:

La bioluminescenza: luce negli abissi

Condividi l'articolo di Microbiologia Italia:

Avete mai sentito parlare di bioluminescenza? Quando si parla di vita nel mare ci vengono in mente sempre agli stessi ambienti: affollate e variopinte barriere coralline sono il primo habitat che viene in mente, seguito dalle grandi foreste di kelp e dalle praterie di piante acquatiche. Il resto del mare è freddo, scarsamente popolato, ma … Leggi tutto

Condividi l'articolo di Microbiologia Italia:

Organismi strani ma utili: i licheni, bioindicatori della qualità dell’aria

Condividi l'articolo di Microbiologia Italia:

Hai mai sentito parlare dei licheni? Se sì, sei sicuro di sapere cosa siano per davvero? I licheni (Figura 1) infatti sono degli organismi “strani”: molti pensano che siano delle specie vegetali o animali, altri pensano che siano dei funghi… Invece, niente di tutto questo! Scopriamo insieme cosa sono i licheni e perché sono utili … Leggi tutto

Condividi l'articolo di Microbiologia Italia:

Batteri magnetotattici: possibile origine del “sesto senso” animale?

Condividi l'articolo di Microbiologia Italia:

Batteri magnetotattici I batteri magnetotattici sono una classe di microorganismi scoperta circa negli anni Sessanta. La loro peculiarità è quella di allinearsi con il campo magnetico terrestre (Fig. 1). Fanno parte del sottogruppo alfa dei Proteobatteri, si trovano spesso in ambienti sedimentari acquatici e crescono in condizioni microaerofile, tranne alcuni casi di magnetotattici anaerobici. Essi … Leggi tutto

Condividi l'articolo di Microbiologia Italia: