Soia «inaffondabile», con biochar e Rhodobacter spp.

C’è stato un lungo tratto, a cavallo tra XIX e XX secolo, in cui il positivismo spinto, si è pagato con memorabili stragi d’affondamento. Tributi, alla divina nemesi, o, più razionalmente, errori. Somma di errori, che, come oggi in campo ecologico, è ripiovuta, e ripiove, copiosa, su ogni produzione umana. Il global warming, per esempio, porta con sé, come chirale riflesso, alluvioni, inondazioni, sommersioni delle colture. Tra queste, i legumi, con l’altera, allotria, soia, soffrono, più di altre, l’eccesso di irrorazione. Quindi, finchè non saremo in grado di invertire la rotta, attendendo poi un perdono atmosferico, ci resta solo l’irrobustimento delle attitudini organiche. A questo guarda, il nuovo studio sul connubio microbico-minerale, Rhodobacter sphaeroides-biochar.

Soia e microbioma intestinale: una futura arma contro le malattie cardiovascolari

La soia La soia (Figura 1), scientificamente Glycine max, è un legume ormai largamente conosciuto e utilizzato nella nostra alimentazione. Per questo motivo la sua produzione mondiale, secondo una stima del 2017, si attesta intorno alle 335 tonnellate. Sicuramente i Paesi che ne fanno maggior utilizzo, sin dall’antichità, sono la Cina e il Giappone. Qui, … Leggi tutto

Funghi endofitici: l’asso nella manica della Soia

Non è un Pianeta per deboli, il nostro. Anche per un regno antico e capace, come quello vegetale. L’adattabilità a condizioni inesorabilmente mutevoli ed ostiche, che noi, animali evoluti ed arroganti, chiamiamo resilienza, è, in realtà, un esito complesso di casi naturali, affrontati e superati. I funghi sono un caso naturale favorevole, a quanto pare. … Leggi tutto