Il ruolo del cannabidiolo (CBD) nel trattamento della dipendenza da sostanze di abuso

Condividi l'articolo di Microbiologia Italia:

Il ruolo del cannabidiolo come presidio terapeutico è tutt’oggi dibattuto, ma il crescente interesse da parte della comunità scientifica verso questo composto è giustificata dai risultati incoraggianti che emergono da numerosi studi e ricerche.

Condividi l'articolo di Microbiologia Italia:

Staphylococcus epidermidis

Condividi l'articolo di Microbiologia Italia:

Caratteristiche Staphylococcus epidermidis è un batterio Gram positivo, appartenente al genere degli stafilococchi. Gli stafilococchi sono dei batteri generalmente immobili, non formanti spore, anaerobi facoltativi, e colonizzatori di pelle e mucose. In particolare, S. epidermidis è la specie maggiormente isolata dall’epitelio umano e colonizza prevalentemente ascelle, testa e narici. Questo organismo può anche essere trovato … Leggi tutto

Condividi l'articolo di Microbiologia Italia:

CAMP Test

Condividi l'articolo di Microbiologia Italia:

Principio Il CAMP test viene utilizzato per l’identificazione di streptococchi beta-emolitici di gruppo B, Streptococcus agalactiae. Il CAMP test è efficace per l’identificazione “rapida e affidabile” di S. agalactiae in quanto i risultati possono essere osservati in meno di 18 ore e richiedono poche manipolazioni. Questo test raramente risulta in falsi positivi con l’identificazione di … Leggi tutto

Condividi l'articolo di Microbiologia Italia:

Antibiotici chinolonici: che cosa sono e perché Ema ed Aifa ne hanno ristretto l’utilizzo

Condividi l'articolo di Microbiologia Italia:

Che cosa sono i chinoloni? I Chinoloni sono un’importante classe di principi attivi utilizzati nel trattamento di molte infezioni batteriche diverse; sono molecole ottenute completamente da studi di sintesi chimica: occorrerebbe pertanto riferirsi ad esse, piĂą correttamente, col termine di “chemioterapici” piuttosto che di “antibiotico“, essendo definito propriamente “antibiotico” soltanto una molecola ad azione antibatterica … Leggi tutto

Condividi l'articolo di Microbiologia Italia:

Staphylococcus aureus

Condividi l'articolo di Microbiologia Italia:

CARATTERISTICHE Gli stafilococchi sono cocchi gram-positivi e catalasi-positivi, generalmente disposti in aggregati irregolari, a grappoli (il nome deriva infatti dal greco staphylĂ©, grappolo). L’habitat naturale in cui normalmente vivono gli stafilococchi è costituito dalla cute dei mammiferi. Sono attualmente riconosciute una quarantina di specie stafilococciche ma è chiaro che il loro numero è molto piĂą elevato. … Leggi tutto

Condividi l'articolo di Microbiologia Italia:

Mannitol Salt Agar

Condividi l'articolo di Microbiologia Italia:

Perchè si usa? Il Terreno Mannitol Salt Agar (MSA) viene utilizzato per isolare selettivamente gli stafilococchi e, in particolar modo, per rilevare la presenza degli stafilococchi coagulasi positivi (Staphylococcus aureus) nei campioni clinici. La capacitĂ  selettiva è data dall’alta concentrazione di NaCl (7.5%) che inibisce la crescita di molti microrganismi, esclusi gli stafilococchi. La fermentazione del D-Mannitolo, … Leggi tutto

Condividi l'articolo di Microbiologia Italia:

Un’antica “pozione magica” sconfigge il superbatterio

Condividi l'articolo di Microbiologia Italia:

Stregoneria o medicina? Donne incantatrici perseguitate nel Medioevo da uomini superstiziosi e spaventati da questi grandi calderoni colmi di intrugli dai poteri “magici”. Pozioni, rimedi naturali di guaritrici hanno tormentato e affascinato l’uomo del passato. Un antico manoscritto del X secolo il Bald’s Leechbook, uno dei primi testi conosciuti di medicina, conservato al British Library … Leggi tutto

Condividi l'articolo di Microbiologia Italia:

L’antibiotico del futuro è nel nostro naso

Condividi l'articolo di Microbiologia Italia:

Un composto prodotto da un batterio che vive nel nostro corpo blocca lo stafilococco aureo. Alla ricerca di nuove armi efficaci contro le infezioni batteriche, gli scienziati si sono imbattuti in un antibiotico che avevano, letteralmente, sotto il naso. Un gruppo di ricercatori guidati da Andreas Peschel dell’universitĂ  di Tubingen (Germania) ha annunciato di avere … Leggi tutto

Condividi l'articolo di Microbiologia Italia:

Il darwinolide, un’arma contro la farmacoresistenza

Condividi l'articolo di Microbiologia Italia:

Un aiuto promettente contro le infezioni di Staphylococcus aureus resistente alla meticillina (MRSA) sembra derivare da una spugna antartica, la cosidetta Dendrilla Membranosa, la quale si è scoperto produrre un particolare composto chimico, il darwinolide, con la capacitĂ  di sterminare la quasi totalitĂ  dei batteri MRSA. Ancora non si sa molto ma questo composto sembra … Leggi tutto

Condividi l'articolo di Microbiologia Italia: