La plasticità del genoma batterico: la trasformazione

Dopo aver discusso dei meccanismi molecolari della coniugazione batterica , illustriamo di seguito il processo di trasformazione batterica.    In genetica, il processo di trasformazione permette l’acquisizione da parte delle cellule batteriche di DNA presente nell’ambiente. La molecola di DNA esterna, trasferita all’interno del batterio, viene acquisita in maniera stabile dal batterio e prende parte … Leggi tutto

Un batterio intestinale alla base del lupus eritematoso

Il lupus eritematoso, o LES, è una malattia cronica autoimmunitaria che può colpire diversi organi e tessuti (Fig.1). In questa patologia gli anticorpi, invece di proteggere il corpo da batteri e virus e altri agenti estranei, aggrediscono le cellule del corpo stesso. Questo meccanismo causa infiammazione e danni ai tessuti. Gli organi più colpiti da … Leggi tutto

Le alterazioni del ritmo sonno-veglia sono un fattore di rischio per l’obesità: la colpa è dei batteri intestinali e della proteina NFIL3

Il microbioma intestinale contribuisce all’accumulo di tessuto adiposo, sotto l’influenza della proteina NFIL3 che ne regola i cicli circadiani: questo è il risultato della ricerca pubblicata il primo di settembre su Science da Yuhao Wang e il suo team, dell’Università del Texas. Obesità e sovrappeso sono fattori di rischio per la salute, per questo motivo … Leggi tutto

Sindrome dell’intestino irritabile: i microbi intestinali ci parlano quando siamo stressati

La sindrome dell’intestino irritabile, detta IBS (Irritable Bowel Syndrome), è un disordine dell’apparato gastrointestinale caratterizzato sia da diarrea che da costipazione, sintomi facilmente associabili a questo tipo di malattia. La nota particolare è che spesso ad essa si associano anche disturbi di diversa tipologia, quali ansia, stress e depressione. Cosa causa l’IBS e come può … Leggi tutto

La sociopatia dei topi è una conseguenza di scompensi batterici?

Sempre più studi dimostrano chiaramente una netta correlazione tra il microbiota intestinale e alterazioni neurocomportamentali. Mauro Costa-Mattioli, un neuroscienziato del Baylor College of Medicine di Houston in Texas, ha pubblicato un interessante articolo su Cell, mettendo in correlazione la dieta di alcuni topi con la presenza di alcune forme di sociopatie, che potrebbero essere paragonate all’autismo … Leggi tutto

Zika, il vaccino funziona (sui topi)

Una singola dose di due vaccini sperimentali protegge i roditori dal virus per un periodo fino a 8 settimane. Crescono le speranze per la prevenzione sull’uomo. Un tecnico di laboratorio al lavoro su alcune zanzare Aedes.|DARREN WHITESIDE/REUTERS Due diversi vaccini si sono dimostrati efficaci nel prevenire il contagio da virus zika nei topi, come rivela … Leggi tutto

Zika: sempre più vicini al traguardo del vaccino

La scienza come sempre evolve velocemente tanto quanto i microorganismi che ci circondano e prova ne sono gli studi pubblicati recentemente su Nature, in cui è stata dimostrata l’efficacia di due nuovi vaccini che aiutano a prevenire il contagio in modelli animali come il topo. Entrambi i preparati, testati dai ricercatori del Beth Israel Deaconess … Leggi tutto