Antrace

Condividi l'articolo di Microbiologia Italia:

L’antrace, detta anche “carbonchio” (dal greco άνθραξ, che significa “carbone”, dal colore nero delle lesioni cutanee che si sviluppano nelle vittime di questa infezione) è un’infezione acuta causata dal batterio Bacillus anthracis.

Generalmente si manifesta come malattia endemica in animali erbivori selvatici o domestici, quali bovini, pecore, cavalli, capre e suini, ma può anche svilupparsi nell’uomo, per esposizione ad animali infetti, tessuti di animali infetti, inalazione di spore del batterio o ingestione di cibo contaminato da queste. Non sono mai stati registrati casi di trasmissione da uomo a uomo per via aerea. Sono rarissimi i casi di contagio per contatto fra umani.

Dell’antrace esistono diverse forme differenti per diffusione e pericolosità classificate in base alla via d’ingresso: cutanea, la forma più frequente; polmonare, rara; gastrointestinale, rarissima. Se non curata, l’infezione di antrace porta alla morte tra i sette e i dieci giorni, con una letalità del 20%, che cresce notevolmente nelle varianti polmonare e intestinale.

Condividi l'articolo di Microbiologia Italia:

Paragonimus westermani

Condividi l'articolo di Microbiologia Italia:

Il Paragonimus westermani è un platelminta appartenente alla sottoclasse dei digenei, responsabile di una zoonosi chiamata paragonimiasi, la cui forma più frequente è quella polmonare

Condividi l'articolo di Microbiologia Italia:

Virus Nipah

Condividi l'articolo di Microbiologia Italia:

Caratteristiche Il Virus Nipah è un virus a RNA a singolo filamento appartenente alla famiglia dei Paramyxoviridae ed al genere degli Henipavirus. Assieme al virus Hendra, facente parte anch’esso dello stesso genere, rientra tra i virus più pericolosi gravati da un’alta mortalità ed in grado di causare malattie zoonotiche; proprio di quest’ultimo tema e del … Leggi tutto

Condividi l'articolo di Microbiologia Italia:

La Campylobatteriosi puo’ compromettere la crescita infantile

Condividi l'articolo di Microbiologia Italia:

Eziopatologia della Campylobatteriosi Gli autori di un nuovo studio pubblicato su SciDev.Net affermano che l’infezione gastrointestinale da Campylobacter (Campylobatteriosi) può influenzare la crescita dei bambini che vivono nelle strade dei centri urbani del Bangladesh. I batteri appartenenti al genere Campylobacter sono universalmente conosciuti come tra i più comuni agenti responsabili di enterite e gastroenterite nell’uomo, … Leggi tutto

Condividi l'articolo di Microbiologia Italia:

“Eme”: l’anello chimico che arresterà il Toxoplasma

Condividi l'articolo di Microbiologia Italia:

Cosa avranno in comune un parassita temuto proverbialmente in gravidanza come il Toxoplasma gondii ed una molecola chimica ad anello, l’eme, che caratterizza la tipica capienza sanguigna animale? Per mettere bene a fuoco la portata di questo nuovo studio bisognerà considerare l’eme come un clichè condiviso da animali, microbi e vegetali. Su questo, ogni regno … Leggi tutto

Condividi l'articolo di Microbiologia Italia: