Il distanziamento sociale (fisico) come misura per prevenire la diffusione del coronavirus

In attesa dello sviluppo di una cura che speriamo sia efficace e definitiva, il distanziamento sociale sembra essere l’arma più efficace che abbiamo a disposizione, se vogliamo metterci al riparo da una pandemia che non ha ormai risparmiato alcun angolo del globo.

Volendo quindi affrontare l’argomento di come comportarsi e vivere in sicurezza durante questa fase, che speriamo tutti sia il più breve possibile, ecco alcuni consigli e punti fermi dai quali partire.

Varietà del virus durante l’autunno e l’inverno

Tipologia di virioni stilizzate
Figura 1 – Tipologia di virioni stilizzate

Inizialmente si era pensato per associazione con i virus influenzali, che il virus potesse perdere potenza in estate, o che comunque fosse favorito in inverno dalla pressione alla quale è sottoposto il nostro apparato respiratorio. Che fossero i colpi di freddo in sostanza ad esporci maggiormente nei confronti del virus, oppure molto più banalmente, che fosse il caldo a rendere il virus meno attivo ed aggressivo. 

L’esperienza fattuale ci ha però dimostrato in maniera totalmente empirica ma oggettiva, che qualcosa in questo modo di concepire la faccenda non tornasse. Se infatti durante la nostra estate, abbiamo tutti assistito ad un abbassamento dei tassi di contagio rispetto all’autunno successivo ed alla primavera precedente, siamo però costretti ad ammettere che in zone perennemente calde della terra, come per esempio il Brasile, il virus non ha trovato il minimo ostacolo alla sua diffusione. 

La più logica conclusione che è possibile trarre da tutto questo, è che la differenza durante l’estate l’abbia fatto la naturale maggiore distanza, che per abitudine e cultura siamo portati a mantenere quando non siamo più costretti al chiuso dei nostri spazzi invernali. 

Nel periodo delle vacanze smettiamo infatti di rinchiuderci in uffici dall’aria viziata e siamo piuttosto portati a godere dell’aria aperta. Ecco che alla fine tutto si riduce sempre allo stesso argomento: la distanza sociale.

Come proteggersi dai virus

Una volta capito quindi che la distanza è l’unica risposta efficace, davvero alla nostra portata, resta però il problema di come si possa implementarla nei vari ambienti della nostra vita senza stravolgerla completamente. Ecco alcuni consigli a riguardo:

  1. Passare al lavoro a distanza 

Naturalmente questa non è una scelta che tutti possiamo fare indiscriminatamente, in alcuni casi molto banalmente non siamo nella posizione di poter fare questa scelta, ed in molte altre situazioni il genere di lavoro non è compatibile con questa possibilità. 

Tuttavia tolte queste due condizioni, in tutti gli altri casi è di vitale importanza per la nostra società che ogni individuo sia in grado di uscire dalla propria zona di confort, e modificare le proprie abitudini quando è necessario. 

Questa è una di quelle circostanze dove non si può continuare ad attendere che siano sempre gli altri, a fare qualcosa per risolvere il problema comune.

  1. Passare alle relazioni a distanza

Per comunicare con le persone, utilizzare piattaforme speciali per appuntamenti e comunicazioni, come un noto sito di incontri soloavventure è una soluzione assolutamente valida. Il processo di digitalizzazione dei rapporti personali è cominciato molti anni prima della nascita di questa pandemia globale, ed i vantaggi di questo genere di approccio sono stati ampiamente documentati.

Già a dicembre del 2019 si era stimato che oltre il 30% dei nuovi matrimoni americani fossero nati online, e che la loro aspettativa di durata avesse superato quella dei matrimoni nati offline. 

L’attuale situazione di pandemia e la necessità di distanziamento sociale, non sono quindi che un motivo in più per approcciarsi alle relazioni a distanza attraverso l’utilizzo di piattaforme di incontri online, che permettono comunque di dare libero sfogo ai propri bisogni in sfera romantica, senza però esporci al contagio. 

Naturalmente non stiamo suggerendo di sostituire completamente i rapporti fisici con quelli virtuali, ma di limitare il numero di contatti. Un rapporto nato online, se ci sono compatibilità ed i giusti presupposti, prima o poi sfocerà inevitabilmente in una relazione dal vivo, ma nel frattempo la ricerca della persona giusta non sarà stato motivo di inutile esposizione.

Come mantenere le distanze quando si comunica con persone nuove

Rapportarsi con gli sconosciuti è qualcosa a cui siamo continuamente costretti dalla quotidianità dei nostri bisogni. Tutti dobbiamo fare la spesa per esempio. 

Il distanziamento sociale, unito al corretto utilizzo degli strumenti di protezione obbligatori, sono un’ottima misura di sicurezza per proteggere noi stessi ed i nostri cari dalla possibilità di un contagio. 

Non bisogna dimenticare che il virus ha bisogno di venire a contatto con le mucose per poter penetrare nell’organismo, e quindi bisogna assolutamente evitare di toccarsi gli occhi, il naso o la bocca quando ci si trova in ambienti esterni. 

Al virus eventualmente depositato sulle superfici infatti, non basta venire a contatto con le nostre mani per poterci infettare. E per questa ragione i locali pubblici sono obbligati per legge a mettere a disposizione di tutti, alcool e disinfettante per mani che è importante utilizzare con frequenza, proprio per evitare che il semplice gesto di strofinarsi gli occhi possa risultare nell’inizio di un’infezione.

In questo articolo abbiamo cercato di dare alcune soluzioni semplici a problemi concreti! Il distanziamento sociale è innegabile che rappresenti per noi esseri umani, una vera sfida e che non sia esente da difficoltà anche grandi, ma con i giusti accorgimenti è possibile adattarci ad esso per il tempo che servirà.

Dopotutto si tratta semplicemente di rinunciare ad alcune cose piccole e grandi oggi, per evitare di dover piangere domani!

Lascia un commento