Gli antibiotici non sono sempre la risposta: comprendere l’inadeguato uso di antibiotici

L’uso di antibiotici è la principale causa della resistenza agli antibiotici. Gran parte delle volte che l’uomo assume antibiotici si rivela inutile o inappropriato. Ogni anno negli Stati Uniti, 47 milioni di prescrizioni di antibiotici non necessari sono scritti in studi medici e nelle sale di emergenza.

Per combattere la resistenza agli antibiotici ed evitare reazioni avverse ai farmaci, dobbiamo usare gli antibiotici in modo appropriato. Ciò significa utilizzare antibiotici solo quando necessario e, se necessario, utilizzandoli correttamente.

Gli antibiotici non combattono le infezioni causate da virus come raffreddore, influenza, mal di gola e bronchite. Invece, il sollievo dei sintomi potrebbe essere la migliore opzione di trattamento per queste infezioni.

Infographic: Understanding Inappropriate Antibiotic Use
Comprendere l’inadeguato uso di antibiotici

L’uso di antibiotici non appropriato può fare riferimento a due tipi di errori: quando un antibiotico è prescritto, ma non è necessario o quando si sceglie l’antibiotico sbagliato, la dose sbagliata o la durata sbagliata.

Uso non necessario / Abuso Esempio: Ad una donna 40enne viene diagnosticata la bronchite e viene prescritto un antibiotico, anche se le linee guida nazionali sconsigliano la prescrizione di antibiotici per la bronchite.

Uso improprio / Prescrizione non corretta Esempio: Ad un bambino di 8 anni viene diagnosticato un mal di gola e ha bisogno di un antibiotico per il trattamento, ma l’antibiotico prescritto è quello sbagliato, o la dose è troppo bassa, o la durata è troppo lunga.

L’assunzione di antibiotici per le infezioni virali, come raffreddori, influenze, mal di gola e bronchiti:

  1. Non cura l’infezione
  2. Non proteggerà le altre persone dal contagio
  3. Non aiuterà voi o il vostro bambino a sentirsi meglio
  4. Può provocare effetti collaterali inutili e dannosi
  5. Può contribuire alla resistenza agli antibiotici, che aiuta i batteri a resistere agli effetti di un antibiotico e continuano a causare danni

 

Cosa puoi fare?

Solo perché il medico non dà un antibiotico non significa che non si è malati. Parlate con il vostro medico circa il trattamento migliore per la vostra malattia o la malattia del bambino.

Per sentirsi meglio quando voi o il vostro bambino avete un’ infezione virale puoi:

  • Chiedere al tuo medico opzioni di trattamento che possono contribuire a ridurre i sintomi.
  • Bere più liquidi.
  • Fare il pieno di energie.
  • Utilizzare un aerosol o uno spray nasale salino per alleviare la congestione.
  • Lenire la gola con ghiaccio tritato, spray per il mal di gola, o caramelle contri il mal di gola. (Non dare però le caramelle ai bambini piccoli.)
  • Utilizzare il miele per alleviare la tosse. (Non dare miele ad un bambino sotto un anno di età.)
  • Se è stata diagnosticata l’influenza, ci sono farmaci antivirali che possono essere usati per trattare la malattia influenzale. Sono farmaci da prescrizione.

 

Cosa non devi fare?

  • Non pretendere antibiotici quando il proprio medico dice che non sono necessari.
  • Non prendere un antibiotico per una infezione virale.
  • Non assumere antibiotici prescritti per qualcun altro. L’antibiotico può non essere adatto per la tua malattia. Prendendo la medicina sbagliata si può ritardare il trattamento corretto e permettere ai batteri di crescere.

 

Se il vostro medico vi prescrive un antibiotico per una infezione batterica:

  • Non saltare le dosi.
  • Non smettere di prendere gli antibiotici presto a meno che il medico ti dice di fare così.
  • Non conservare qualsiasi tipo di antibiotici per la prossima volta che tu o tuo figlio vi ammalate.

 

 

 

Salvatore Gemmellaro

 

Fonte: CDC

Informazioni su Salvatore Gemmellaro 84 Articoli

Non ho mai fatto della Scienza solo una materia di studio ed una passione personale, ma l’ho sempre ammirata come un’opera d’arte. Riesco a vederne la bellezza. I miei contemporanei probabilmente vedono solamente basi di Rna, gli enzimi. Io vedo Picasso, le più stupende sculture della biologia, vedo i Virus. Sono laureando in Scienze Biologiche, ed intendo dar del mio, in futuro, nel mondo della ricerca scientifica.

Commenta per primo

Rispondi