Patologia

In questa sezione di patologia verranno progressivamente inserite tutte le patologie più o meno note. Cliccando sul nome delle patologie verrete rimandati all’articolo in questione. Questa sezione viene suddivisa in patologie di natura infettiva (patologie batteriche, virali, micotiche, parassitarie), genetiche ed ambientali.

Patologie infettive

Capitolo dedicato alle patologie ad eziologia microbiologica, ovvero causate da batteri, virus, funghi o protozoi che colpiscono l’uomo e/o altri animali.

  • Encefalite: infiammazione dell’encefalo, causato da agenti virali, batterici e parassiti;
  • Faringite: infiammazione della faringe, causato da agenti virali e batterici;
  • Follicolite: comune condizione infiammatoria della pelle che, di solito, comporta l’infezione del follicolo pilifero;
  • Meningite: infiammazione delle meningi, causata da agenti virali, batterici e fungini;
  • Miosite: gruppo eterogeneo di malattie caratterizzate da un’infiammazione del tessuto muscolare striato ad eziologia infettiva e non infettiva;
  • Osteomielite: infiammazione dell’osso causata da un agente infettivo;
  • Otite: infiammazione a livello auricolare;
  • Tossinfezioni alimentari: patologie trasmesse da alimenti contaminati;

Patologie batteriche

Sottogruppo delle patologie infettive che raccoglie esclusivamente quelle di natura batterica.

  • Acne: infiammazione dei follicoli pilo-sebacei causata da Propionibacterium acnes;
  • Antrace: infezione acuta causata dal batterio Bacillus anthracis, detta anche carbonchio;
  • Ascesso: raccolta di essudato purulento che si forma all’interno di un tessuto del corpo, le pustole e i foruncoli sono tipi di ascesso che spesso coinvolgono i follicoli piliferi;
  • Botulismo: patologia causata dall’ingestione di tossine prodotte da Clostridium botulinum;
  • Brucellosi: zoonosi causata da batteri del genere Brucella;
  • Cistite: infiammazione della vescica causata da alcuni tipi di batteri (vedi articolo correlato);
  • Clamidiosi: infezione trasmessa sessualmente da Chlamydia trachomatis;
  • Colera: infezione diarroica acuta causata dall’ingestione di cibo o acqua contaminati da Vibrio cholerae;
  • Difterite: malattia infettiva acuta causata dal batterio Corynebacterium diphtheriae;
  • Endocardite infettiva: infiammazione del rivestimento interno del cuore (endocardio) sostenuta solitamente da batteri;
  • Fascite necrotizzante: forma particolare e rara di infezione degli strati profondi della pelle e dei tessuti sottocutanei, che si espande rapidamente attraverso la componente molle del tessuto connettivo;
  • Febbre da morso di ratto: malattia febbrile sistemica abbastanza rara, che può essere causata da batteri che albergano nell’orofaringe dei roditori;
  • Febbre Q: patologia infettiva provocata dal batterio Coxiella burnetii;
  • Febbre reumatica: infiammazione scatenata da un’infezione streptococcica che interessa le articolazioni, il cuore e il sistema nervoso;
  • Gonorrea: infezione trasmessa sessualmente da Neisseria gonorrhoeae;
  • Impetigine: dermatosi causata da streptococchi e/o stafilococchi;
  • Lebbra: conosciuta anche come Malattia di Hansen, è una patologia infettiva cronica causata da Mycobacterium leprae che colpisce principalmente la cute, le mucose e i nervi periferici;
  • Legionellosi: patologia causata dal batterio Legionella pneumophila;
  • Leptospirosi: infezione causata da batteri spiraliformi che appartengono alla specie Leptospira;
  • Listeriosi: malattia infettiva causata dal batterio Listeria monocytogenes;
  • Pertosse: infezione delle vie respiratorie causata dal batterio Bordetella pertussis;
  • Peste: malattia infettiva di origine batterica causata dal bacillo Yersinia pestis;
  • Peste americana: malattia che colpisce la covata delle api da miele, Apis mellifera;
  • Pielonefrite: infiammazione del parenchima, dei calici e della pelvi renale ad opera di batteri Gram negativi;
  • Salmonellosi: infezione trasmessa da alimenti, causata da batteri appartenenti al genere Salmonella;
  • Sindrome da shock tossico: patologia ad eziologia batterica causata principalmente da Staphylococcus aureus;
  • Shigellosi: infezione acuta che colpisce l’intestino tenue, causata dal patogeno enterico Shigella spp.;
  • Sifilide: infezione batterica sessualmente trasmessa da Treponema pallidum;
  • Tetano: malattia infettiva non contagiosa provocata dalla tossina prodotta da Clostridium tetani;
  • Tifo: detta anche febbre tifoide, è una malattia infettiva a carattere sistemico causata da un batterio Salmonella typhi che infetta esclusivamente l’uomo;
  • Tracoma:  patologia che rappresenta la prima causa infettiva di cecità nel mondo, causata principalmente da Chlamydia Trachomatis;
  • Tubercolosi: malattia infettiva, cronica e progressiva causata nell’uomo principalmente da Mycobacterium tuberculosis;
  • Ulcera: necrosi cellulare e desquamazione del tessuto gastrico causata principalmente, ma non esclusivamente, da Helicobacter pylori;

Patologie virali

Sottogruppo delle patologie infettive che raccoglie esclusivamente quelle di natura virale.

  • Encefalite letargica: patologia infiammatoria dell’encefalo che si verificò tra il 1916 e il 1925 sotto forma pandemica;
  • Epatiti virali: i comuni virus responsabili di alterazioni epatiche che nel corso del tempo possono indurre conseguenti alterazioni metaboliche sistemiche;
  • Epatite C: infezione virale a carico del fegato causato dall’HCV;
  • Febbre emorragica di Crimea Congo (CCHF): patologia primariamente zoonotica causata da un virus appartenente al genere Nairovirus, della famiglia Bunyaviridae;
  • Fuoco di Sant’Antonio: infezione virale a carico della cute e delle terminazioni nervose causata dalla riattivazione del virus varicella zoster;
  • Poliomielite: infezione virale causata da Poliovirus, colpisce i motoneuroni delle corna anteriori del midollo;
  • Rosolia: malattia infettiva esantematica virale, con manifestazione acuta, causata dal Rubella Virus;
  • Sarcoma di Kaposi: tumore della pelle che prende origine dalle cellule endoteliali che ricoprono i vasi sanguigni o linfatici;

Patologie non infettive

Capitolo dedicato alla trattazione, a carattere generale, delle cause e dei meccanismi alla base di alterazioni strutturali e funzionali dell’organismo.

  • Acondroplasia: malattia genetica caratterizzata dalla presenza di nanismo associata ad una serie di malformazioni aggiunte a seguito di un’interruzione dello sviluppo della cartilagine delle epifisi;
  • Afasia: perdita della capacità di comporre o comprendere il linguaggio;
  • Appendicite: infiammazione a carico dell’appendice che può insorgere acutamente o svilupparsi nel tempo;
  • Cancro dell’endometrio: neoplasia che colpisce selettivamente un particolare tessuto dell’utero;
  • Cellulite: disturbo degenerativo che interessa il tessuto adiposo sottocutaneo;
  • Corea di Huntington: malattia neurodegenerativa del Sistema Nervoso Centrale, autosomica dominante e ad insorgenza tardiva;
  • Daltonismo: anomalia visiva che comporta un’alterata percezione dei colori;
  • Deficit di Adenosina Deaminasi (ADA-SCID): patologia di origine genetica che causa una grave compromissione del sistema immunitario;
  • Dismenorrea:  dolore uterino che sorge durante il periodo delle mestruazioni;
  • Distrofia muscolare di Duchenne: complessa malattia genetica che determina un progressivo e inevitabile decadimento del tessuto muscolare;
  • Encefalopatia di Wernicke-Korsakoff: sindrome neuropsichiatrica determinata da una grave insufficienza di Tiamina;
  • Endometriosi: patologia infiammatoria cronica a carico principalmente dell’apparato riproduttivo femminile;
  • Fibrosi Cistica: patologia genetica che riguarda principalmente le ghiandole esocrine;
  • Gastrite: infiammazione gastrica, può causare bruciore gastrico, nausea e vomito;
  • Glaucoma: malattia cronica che porta un danno progressivo del nervo ottico;
  • Glomerulonefrite: malattia di natura infiammatoria che interessa i reni ed in particolare i glomeruli renali;
  • Gotta: patologia infiammatoria cronica, all’origine determinata da un eccesso di acido urico nel sangue e nei tessuti (iperuricemia);
  • Alzheimer: demenza caratterizzata dalla degenerazione del tessuto cerebrale, che ne determina una conseguente perdita delle cellule nervose;
  • Epilessia: disturbo neurologico cronico che riguarda il sistema nervoso centrale;
  • Linfedema: patologia caratterizzata da un evidente edema degli arti, dovuto all’accumulo e al ristagno di linfa nell’interstizio cellulare e tessutale causato da un’anomalia del sistema linfatico;
  • Linfoma di Hodgkin: neoplasia maligna caratterizzata da un aumento dei linfociti B a carico del sistema linfatico, ma anche di altri organi;
  • Lupus eritematoso sistemico: malattia cronica infiammatoria del tessuto connettivo, di natura autoimmune;
  • Malattia granulomatosa cronica: malattia che rientra tra le immunodeficienze primitive rare ed interessa principalmente i globuli bianchi;
  • Malattia di Basedow-Graves: malattia a coinvolgimento tiroideo diffuso, con conseguente ipertiroidismo, non più regolato dai meccanismi fisiologici del nostro organismo;
  • Melanoma: umore maligno che origina dai melanociti, cellule che sono normalmente presenti nella pelle e ne determinano il colore;
  • Peritonite: processo infiammatorio che colpisce il peritoneo;
  • Polmonite: infiammazione degli alveoli polmonari in risposta ad un insulto esterno;
  • Retinopatia diabetica: la più comune complicazione del diabete mellito (DM) che colpisce gli occhi;
  • Sclerosi Multipla: malattia neurodegenerativa che colpisce il sistema nervoso centrale e può causare l’interruzione dei segnali tra il cervello, il midollo spinale e i nervi ottici;
  • Sindrome dell’X fragile: rara condizione genetica ereditaria causata da un’anomalia del cromosoma X che determina disabilità intellettiva e disturbi del comportamento;
  • Sindrome di Raynaud: vasospasmo che interessa zone periferiche del corpo, come le dita di mani e piedi;
  • Sindrome di Walker-Warburg: rara forma di distrofia muscolare, nonché patologia genetica autosomica recessiva, associata allo sviluppo di malformazioni oculari e cerebrali;
  • Spina bifida: malformazione congenita in cui la colonna vertebrale è aperta (bifida) a causa della mancata chiusura del tubo neurale embrionale.

Contattaci per suggerirci modifiche o migliorie che possano aumentare la qualità dell’esperienza sul sito. Seguici su FacebookInstagramLinkedin e Twitter.