Bambino paralizzato dalla mielite flaccida acuta torna a camminare

Intervento chirurgico a bambino con mielite flaccida acuta

Un bambino di quasi 2 anni, affetto da mielite flaccida acuta, è stato sottoposto con successo a un intervento chirurgico innovativo e complesso. L’obiettivo è stato quello di ripristinare la funzione della gamba destra, attualmente paralizzata dalla malattia. Questa è la prima volta che si realizza un’operazione di questo tipo su un bambino così giovane. Ciò apre la strada a nuove possibilità di cura per le conseguenze della mielite flaccida acuta. L’intervento è stato eseguito presso l’ospedale Regina Margherita di Torino, rappresentando un importante precedente nell’affrontare questa malattia debilitante.

La mielite flaccida acuta: una patologia neurologica paralizzante

La mielite flaccida acuta è una rara patologia neurologica paralizzante che può insorgere in seguito a una comune influenza respiratoria. Questa malattia si manifesta in modo improvviso, distruggendo il midollo spinale e danneggiando le cellule nervose responsabili della trasmissione dei segnali motori ai muscoli del corpo. Il risultato è una progressiva debolezza muscolare che può portare alla paralisi degli arti, in particolare delle gambe. Questa malattia colpisce principalmente bambini precedentemente sani, che si trovano improvvisamente a dover affrontare la propria incapacità di muoversi e svolgere le normali attività quotidiane. La mielite flaccida acuta rappresenta una sfida non solo per i piccoli pazienti, ma anche per le loro famiglie, poiché spesso manca una consapevolezza e comprensione riguardo a questa patologia relativamente sconosciuta. L’accesso a cure specialistiche, terapie e risorse può risultare estremamente limitato, lasciando molte famiglie a confrontarsi con questa sfida in completa solitudine.

L’intervento chirurgico all’ospedale Regina Margherita di Torino

Recentemente, un importante passo avanti è stato compiuto nel trattamento della mielite flaccida acuta grazie a un intervento chirurgico eseguito all’ospedale Regina Margherita di Torino. La procedura è stata eseguita con successo da un team di chirurghi composto da Bruno Battiston, Paolo Titolo e Nathalie Bini. L’intervento è stato eseguito otto mesi dopo la comparsa della paralisi nel bambino, dimostrando che è possibile intervenire anche in un momento successivo all’insorgenza della malattia.

Durante l’operazione, che ha avuto una durata di circa 7 ore, i chirurghi hanno reinnervato alcuni rami nervosi funzionanti dei muscoli distali dalla parete addominale e dal nervo sciatico ai nervi non funzionanti della coscia e del gluteo. Questa tecnica innovativa permette la crescita di circa 1-2 mm al giorno dei nervi sani all’interno dei nervi danneggiati. Di conseguenza, i nervi sani saranno in grado di trasmettere un impulso elettrico alla parte lesionata, ridandole vita e ripristinando la funzione motoria.

Riabilitazione e recupero della funzione motoria

Dopo il successo dell’operazione, il bambino si trova in buone condizioni. Tuttavia, il percorso di riabilitazione e recupero della funzione motoria richiederà diversi mesi. Fortunatamente, grazie ai moderni trattamenti fisioterapici, il processo di recupero sarà facilitato. La fisioterapia gioca un ruolo fondamentale nella riabilitazione del paziente, contribuendo a ristabilire la forza muscolare, la coordinazione e la mobilità. Attraverso esercizi specifici, terapie manuali e l’uso di apparecchiature specializzate, i fisioterapisti lavorano in collaborazione con il paziente per aiutarlo a riacquistare la capacità di muoversi in modo autonomo.

L’intervento su bambino con mielite flaccida acuta

L’intervento chirurgico innovativo eseguito all’ospedale Regina Margherita di Torino rappresenta un passo significativo nella cura delle conseguenze della mielite flaccida acuta. Grazie a questa procedura, è stato possibile ripristinare la funzione della gamba destra di un bambino affetto da questa malattia debilitante. Non solo si tratta di un risultato promettente per il singolo paziente coinvolto, ma apre anche la strada a nuove possibilità di trattamento per altri bambini affetti da mielite flaccida acuta. È importante sottolineare l’importanza di un’adeguata consapevolezza, comprensione e supporto per le famiglie dei pazienti colpiti da questa patologia, al fine di garantire loro l’accesso alle cure specialistiche e alle risorse necessarie per affrontare questa sfida. Con ulteriori ricerche e sviluppi nel campo della medicina, si spera che l’intervento chirurgico e la riabilitazione possano continuare a migliorare, offrendo una speranza concreta ai bambini affetti da mielite flaccida acuta.

Fonti:

  1. Ospedale Regina Margherita di Torino
  2. Studio sulla mielite flaccida acuta – Rivista medica
  3. Associazione per la ricerca sulla mielite flaccida acuta
  4. https://www.microbiologiaitalia.it/fitness/braccia-flaccide-tonificare/
  5. https://www.microbiologiaitalia.it/salute/paralizzato-torna-a-camminare/
Foto dell'autore

Francesco Centorrino

Sono Francesco Centorrino, creatore ed amministratore di Microbiologia Italia, primo sito di divulgazione microbiologica in Italia. Sono laureato in biologia e molto appassionato di tecnologia, cinema, scienza e fantascienza. Sono Siciliano ma vivo e lavoro in Basilicata come analista di laboratorio microbiologico presso una nota azienda farmaceutica. Ho creato il portale di Microbiologia Italia per condividere conoscenza ed informazioni a chiunque fosse interessato a questa bellissima scienza. Potete trovare tutti i miei contatti al seguente link: https://linktr.ee/fcentorrino.

Lascia un commento