Terapia Ormonale Sostitutiva: Rischi, Benefici e Mitigazioni

La terapia ormonale sostitutiva (TOS) è una pratica medica che ha suscitato dibattiti e preoccupazioni nel corso degli anni. Secondo il Codice Europeo contro il Cancro, un documento redatto dall’Agenzia internazionale per la ricerca sul cancro (Iarc) per conto dell’Organizzazione mondiale della sanità, l’uso eccessivo della TOS è stato collegato ad un aumento del rischio di alcuni tipi di cancro. Inoltre, la Preventive Services Task Force, un gruppo di esperti americani di salute pubblica, ha concluso che l’uso della TOS dovrebbe essere limitato. Tuttavia, è importante esaminare in modo approfondito i potenziali rischi e benefici di questa terapia, considerando anche gli sviluppi più recenti.

Perché Viene Prescritta?

La TOS è prescritta principalmente per alleviare i sintomi associati alla menopausa. Durante questo periodo, le ovaie cessano di produrre gli ormoni riproduttivi, come gli estrogeni, portando a sintomi come vampate di calore, insonnia, secchezza vaginale e dolore durante i rapporti sessuali. La terapia mira a compensare la mancanza di estrogeni attraverso la somministrazione di ormoni femminili. È importante notare che la TOS viene personalizzata in base a criteri individuali e ai sintomi presenti.

Sintomi Ridotti o Annullati

La TOS comporta la somministrazione di estrogeni, spesso accompagnati da progestinici, per ripristinare l’equilibrio ormonale precedente alla menopausa. Questo approccio può ridurre o eliminare i sintomi menopausali. È essenziale comprendere due aspetti cruciali: innanzitutto, la personalizzazione della terapia in base ai parametri del paziente e, secondariamente, l’evoluzione delle terapie attuali rispetto a quelle del passato.

Terapia Sostitutiva e Rischio di Cancro al Seno

Uno dei timori più diffusi è il possibile legame tra la TOS e il rischio di tumore al seno. Studi precedenti avevano sollevato preoccupazioni, ma è importante considerare che questi studi coinvolgevano farmaci meno utilizzati in Italia e dosaggi più elevati. Secondo Alessandra Gennari, esperta di oncologia, l’aumento di rischio è limitato e si riferisce a periodi di assunzione prolungati. È fondamentale comprendere che i moderni approcci alla TOS comportano rischi più contenuti.

Pericolo di Altri Tumori?

La possibilità di sviluppare neoplasie all’endometrio è stata associata alla somministrazione di soli estrogeni, ma questo rischio è diminuito con le moderne terapie ormonali sostitutive. Mentre in passato poteva esserci un rischio piuttosto basso, l’uso di trattamenti più avanzati ha contribuito a ridurre ulteriormente questa possibilità. È interessante notare che la TOS è associata a una diminuzione del rischio di neoplasie del colon.

Quando Evitarla ed Effetti Collaterali della Terapia Ormonale Sostitutiva

La TOS potrebbe non essere indicata per donne con cancro mammario pregresso, problemi cardiovascolari o tromboembolie. Tuttavia, ogni decisione riguardo alla TOS dovrebbe essere presa in consulto con un ginecologo. Gli effetti collaterali della terapia possono includere gonfiore o sanguinamenti vaginali, spesso risolvibili con modifiche alla terapia. È anche necessario valutare il rischio tromboembolico associato alle terapie orali a dosaggio elevato.

Benefici della Terapia Ormonale Sostitutiva

Non tutte le donne traggono gli stessi vantaggi dalla TOS. Le candidate ideali sono quelle con sintomi vasomotori, come le vampate di calore, poiché questi sintomi sono correlati a un maggiore rischio di malattie cardiovascolari e osteoporosi. La TOS potrebbe anche essere consigliata per la prevenzione dell’osteoporosi o la risoluzione di sindromi genito-urinarie. Tuttavia, è essenziale considerare ogni caso individualmente e sottoporsi a esami come la mammografia e il Pap test prima di intraprendere la TOS.

Conclusioni

La terapia ormonale sostitutiva è un argomento complesso che richiede un’attenta valutazione dei rischi e dei benefici. Sebbene ci siano preoccupazioni legate al rischio di cancro al seno e altri tumori, le terapie attuali hanno dimostrato un miglioramento rispetto ai trattamenti precedenti. Ogni decisione riguardo alla TOS dovrebbe essere presa in collaborazione con un medico esperto, tenendo conto delle condizioni individuali e dei sintomi presenti.

Foto dell'autore

Francesco Centorrino

Sono Francesco Centorrino e sono il creatore di Microbiologia Italia. Mi sono laureato a Messina in Biologia con il massimo dei voti ed attualmente lavoro come microbiologo in un laboratorio scientifico. Amo scrivere articoli inerenti alla salute, medicina, scienza, nutrizione e tanto altro.

Lascia un commento