Microbiologia del cavo orale

La varietร  di batteri presenti in bocca รจ molto ampia. Si stima infatti che siano presenti circa 100 milioni di batteri per ogni millimetro di saliva per un totale di circa 600 specie di batteri. In realtร , il cavo orale ha tutte le condizioni perchรฉ innumerevoli microrganismi riescano a prosperare.

Nonostante tutto, molti dei batteri presenti in bocca non hanno futuro nel corpo umano. Una buona parte di essi viene attaccata dagli enzimi presenti nella saliva, mentre un’altra parte finisce nell’apparato digerente, dove viene distrutta in breve tempo.

Detto questo, va anche evidenziato che un altro gruppo di batteri che si rifugiano in bocca riesce a sopravvivere e finisce per rimanere nella cavitร  orale. Quando ciรฒ accade, possono sorgere problemi come carie o altre malattie della bocca. Il modo migliore per combatterli o prevenire la loro formazione si basa su una buona igiene orale.

Batteri in bocca o microbiologia del cavo orale

La bocca รจ costituita da molte superfici, ognuna delle quali รจ ricoperta da un gran numero di batteri. Alcuni dei batteri presenti in bocca svolgono un ruolo nello sviluppo di malattie come la carie e la parodontite. Entrambi  sono fattori di rischio per lo sviluppo di altre malattie piรน gravi, come il diabete mellito e le malattie cardiovascolari.

La composizione e la concentrazione dei batteri in bocca dipende da diversi fattori:

  • Disponibilitร  di nutrienti
  • Temperatura
  • Concentrazione di ossigeno
  • Caratteristiche anatomiche
  • Esposizione a fattori immunitari

I batteri in bocca, insieme ad altri microrganismi, sono noti come microbiota orale. Quella popolazione non รจ fissa, ma cambia continuamente, anche a causa di fattori semplici come lโ€™atto di sbadigliare, baciare o mangiare determinati cibi.

In generale, all’interno della bocca predominano i batteri aerobi e anaerobi, sia gram-positivi che gram-negativi. Tra questi spiccano i generi Lactobacillus,ย Actinobacillus, Staphylococcus o Streptococcus. Di seguito li analizziamo piรน nel dettaglio.

Nella saliva predominano i cocchi Gram-positivi anaerobi facoltativi che rappresentano circa il 44% della popolazione batterica; a seguito si trovano i cocchi gram-negativi anaerobi, che rappresentano circa il 15%, percentuale simile a quella dei batteri anaerobi facoltativi gram-positivi.

Fattori come la perdita dei denti e malattie come gengiviti, alveoliti o parodontiti,ย possono produrre cambiamenti nella composizione del microbiota salivare. Anche l’abitudine di fumare e la scarsa igiene giocano un ruolo importante.

Mucosa buccale e microbiologia cavo orale: cosโ€™รจ e che batteri contiene

La mucosa orale รจ uno strato umido che protegge i denti. Si trova all’interno delle guance, del labbro, del palato molle e della parte inferiore della lingua. Serve per proteggere le strutture dentali. Fa parte del tubo digerente e a volte puรฒ soffrire di specifiche patologie.

Nella mucosa orale predominano i seguenti tipi di batteri: Firmicutes – principalmente dei generi Streptococcus e Veillonellas -; proteobatteri – soprattutto Neisseria -; bacteroides – Prevotella – e actinobacteria – micrococcineae.

Una buona igiene della mucosa orale previene la colonizzazione da parte diย Treponema denticola e Fusobacterium Nucleatum.

Batteri nei denti

Se i denti non hanno carie, sulla loro superficie di solito si trovano i seguenti batteri: Campylobacter, Granulicatella, Kingella, Leptotrichia e Streptococcus – in particolareย  Streptococcus sanguinis. Inoltre, soprattutto negli adulti, si trovano Slackia exigua, Haemophilus parainfluenzae, Gemella haemolysis e le specie Rothia. I denti sono superfici che facilitano la formazione di biofilm la cui composizione cambia in base a diversi fattori. Alcuni batteri come Streptococcus mutans, Actinomyces e Lactobacillus contribuiscono alla formazione di carie e parodontite.

Microbiologia della lingua

Anche il biofilm che si forma sulla lingua รจ dinamico e puรฒ ospitare diversi tipi di batteri. Circa il 45% sono cocchi gram-positivi anaerobi facoltativi, in particolare loย Streptococcus salivarius, seguito dallo Streptococcus mitis, streptococchi del gruppoย milleri e lo Streptococcus mucilaginosus.

Si trovano anche cocchi Gram-negativi anaerobi stretti e bacilli Gram-positivi anaerobi facoltativi. In misura minore, possono essere rilevate varie specie dei generi come Lactobacillus, Neisseria, Fusobacterium e Haemophilus. Fusobacterium nucleatum, Porphyromona gingivalis e Tannerella forsythia che sono stati trovati sul retro della lingua di persone che soffrono di alitosi.

Microbiota orale e gengive

Il biofilm puรฒ formarsi anche sulle gengive e puรฒ causare malattie come la gengivite. Se le gengive sono sane, predominano microrganismi come Proteobacteria, in particolare i gammaproteobacteria del genere AcinetobacterHaemophilus e Moraxella. Quando ci sono problemi di salute sono presenti anche  Streptococcus, Granulicatella e Gemella.

Nella parte superficiale del biofilm delle gengive รจ presente il Treponema denticola insieme a Porphyromona gingivalis e Tannerella forsythia. Allo stesso modo, possono comparire virus e, a volte, microrganismi come i funghi. Le malattie orali modificano le comunitร  batteriche.

La prevenzione dei batteri patogeni in bocca

L’igiene orale รจ la chiave per prevenire la formazione di microrganismi patogeni che colpiscono il cavo orale. Allo stesso modo, una o due visite annuali di prevenzione dal dentista consentono di identificare fattori di rischio e patologie incipienti che possono essere arrestate prima che causino danni definitivi.

Inoltre, le recidive parodontali o alcune patologie perimplantari possono trovare condizioni ideali per prendere il sopravvento nonostante unโ€™igiene orale non necessariamente insoddisfacente ma proprio a causa di unโ€™alterazione dell’equilibrio della flora batterica orale.

Negli studi dentistici รจ prassi comune utilizzare lโ€™ozono come antibatterico, disinfettante, sterilizzante o persino come stimolante della guarigione delle ferite.

Ad ogni modo, se hai dei dubbi o รจ passato molto tempo dall’ultima volta che hai fatto un controllo della bocca, contatta un igienista dentale o un dentista e prenota una visita.

Alcune delle informazioni e delle fonti riportate in questo articolo “Microbiologia del cavo oralesono state tratte dal portale di salute dentale Dottordentista.

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: