Julius Richard Petri

Biografia

Julius Richard Petri nacque a Barmen nel 1852 in Wuppertal (Germania), città situata situata nel Land della Renania Settentrionale-Vestfalia. Morì nel 1921 a Zeit.

Immagini di Wuppertal , città in cui nacque Julius Richard Petri
Figura 1- Immagini di Wuppertal , città natale di Julius Richard Petri

Gli studi e la carriera militare

Petri iniziò gli studi di medicina nel 1871 al Kaiser-Wilhelm-Academy for Military Physicians e si laureò nel 1876. Proseguì gli studi all’Ospedale universitario della Charité di Berlino e fu in servizio attivo come medico militare fino al 1882, diventando quindi un riservista.

La collaborazione con Robert Koch

Durante i due anni in cui svolse il suo servizio all’Ufficio Imperiale della Sanità di Berlino diventò assistente di Robert Koch.

Nel corso di questa collaborazione inventò la piastra di coltura standard, che prende il suo nome in onore del suo inventore.

Sviluppò inoltre le tecniche di coltura dell’agar per purificare o clonare colonie batteriche di qualsiasi tipo o specie, derivate da singole cellule. La collaborazione con il suo amico, nonché collega, Vincent Jerry permise a Petri di raggiungere tali risultati.

Focus: la capsula Petri

La capsula di Petri è un semplice recipiente costituito da vetro o plastica con una forma cilindrica. La comodità di questo strumento permise di semplificare lo studio dei microrganismi in terreni solidi e semisolidi.

Capsule Petri di diversa grandezza
Figura 2 – Capsule Petri di diversa grandezza

Contributo scientifico

Petri pubblicò molti lavori, inclusi alcuni trattati di igiene e microbiologia. Scrisse su differenti tematiche riguardanti tecniche microbiologiche, malattie infettive, analisi delle acque, discrezione e uso di strumenti analitici.

Nel 1877 scrisse un breve articolo pubblicato nella rivista “Centralblatt fur Bakteriologie und Parasitenkunde“, con il titolo “Una piccola modifica del metodo della placca di Koch“.

La capsula ideata da Petri permise di semplificare le osservazioni delle colonie microbiche ad occhio nudo. Oggi rappresenta una delle innovazioni scientifiche più utilizzate all’interno dei laboratori scientifici. Inoltre, il loro utilizzo non è circoscritto al solo ambito analitico, ma trova largo impiego anche nel campo artistico.

Immagine di capsula Petri con colonie batteriche
Figura 3 – Immagine di capsula Petri con colonie batteriche

Riconoscimenti

James Richard Petri, ancora oggi, non viene ricordato con la giusta importanza dalla comunità scientifica nonostante il contributo che apportò la sua scoperta. Per il 161° anno dalla scoperta della capsula di Petri, Google ha dedicato al suo scopritore un doodle che ne celebrava la scoperta.

Doodle creato da Google in occasione del 161° anniversario dell'invenzione della capsula Petri per rendere omaggio a Julius Richard Petri
Figura 4 – Doodle creato da Google in occasione del 161° anniversario dell’invenzione della capsula Petri per rendere omaggio a Julius Richard Petri

Fonti

Lascia una recensione

Rispondi

  Subscribe  
Notificami