La malattia delle parolacce: cos’è la Sindrome di Tourette?

La malattia delle parolacce

La sindrome di Tourette – volgarmente chiamata malattia delle parolacce – è un disturbo neurologico caratterizzato da tic, movimenti involontari e rapidi del corpo. Viene anche chiamata semplicemente TS.

La sindrome di Tourette colpisce allo stesso modo maschi e femmine e può essere diagnosticata a qualsiasi età, ma di solito inizia durante l’infanzia. Questa sindrome non è causata da qualcosa che la persona ha fatto o non fatto; è causata da cambiamenti a livello genetico.

sindrome tourette malattia parolacce
Figura 1 – Sindrome Tourette, volgarmente nota come malattia delle parolacce

Sintomi della sindrome di Tourette: La voce

Le persone con la sindrome di Tourette hanno spesso vocalizzazioni involontarie, chiamate tic vocali. Questi suoni possono essere deboli o forti e possono includere grugniti, annusate, tosse o altri rumori.

Il tipo più comune di tic vocale è un’espressione ripetitiva di parole o frasi che non hanno significato per gli altri. Questi sono chiamati coprolalia e possono includere oscenità e insulti razziali. La coprolalia è l’unico sintomo della sindrome di Tourette riconosciuto nel Manuale diagnostico e statistico dei disturbi mentali (DSM-5).

Quali sono le cause della sindrome di Tourette?

Ci sono molte possibili cause per la sindrome di Tourette. Si ritiene che sia causato da uno squilibrio nei neurotrasmettitori del cervello, che sono sostanze chimiche che trasmettono messaggi tra le cellule nervose. Ciò potrebbe accadere a causa di fattori genetici, traumi cranici, infezioni e altri fattori.

La diagnosi della sindrome di Tourette si basa sull’anamnesi e sull’esame obiettivo della persona. Il medico chiederà anche informazioni sulla storia familiare della sindrome di Tourette o di altri disturbi da tic. Il medico può eseguire alcuni test come esami del sangue o scansioni di immagini per escludere altre condizioni che potrebbero causare sintomi simili a quelli osservati nella sindrome di Tourette.

Come posso far fronte ai sintomi della sindrome di Tourette?

I sintomi della sindrome di Tourette possono essere lievi o gravi a seconda dell’individuo. La condizione può essere affrontata assumendo farmaci, modificando i comportamenti e imparando le abilità di coping per gestire i sintomi.

Alcune persone con la sindrome di Tourette potrebbero avere difficoltà a far fronte ai loro sintomi poiché urlano costantemente parole e frasi senza volerlo. Le capacità di coping possono aiutare queste persone ad affrontare questo sintomo in un modo più efficace.

Le abilità di coping sono tecniche che qualcuno usa per cercare di ridurre i propri livelli di stress quando sperimenta un evento stressante come tic o coprolalia correlati alla sindrome di Tourette. Le abilità di coping vengono solitamente apprese attraverso sessioni di terapia, libri di auto-aiuto o lezioni per coloro che hanno la sindrome di Tourette

Metodi di trattamento e farmaci per i tic nella sindrome di Tourette

I metodi di trattamento per la sindrome di Tourette includono farmaci come antipsicotici e antidepressivi, nonché terapia comportamentale. Questi trattamenti possono aiutare a ridurre la frequenza e la gravità dei tic nei pazienti con sindrome di Tourette. Tuttavia, questi farmaci hanno effetti collaterali come aumento di peso e sonnolenza che possono rendere difficile per i pazienti il lavoro o la scuola.

I diversi tipi di farmaci prescritti per la sindrome di Tourette sono classificati in base a come influenzano i neurotrasmettitori nel cervello come i livelli di dopamina o serotonina. Gli antipsicotici agiscono bloccando i recettori della dopamina mentre gli antidepressivi agiscono aumentando i livelli di serotonina.

Fonti

Foto dell'autore

Francesco Centorrino

Sono Francesco Centorrino e faccio parte di Microbiologia Italia, primo sito di divulgazione microbiologica in Italia. Il portale di Microbiologia Italia è utile per condividere conoscenza ed informazioni a chiunque fosse interessato a questa bellissima scienza.